Stanisic e Simatovic di nuovo condannati dal tribunale penale dell’Aia

Il meccanismo per i fatti di crimine del Tribunale penale dell’Aia ha condannato Jovica Stanisic e Franko Simatovic, ex leader del Servizio di sicurezza dello Stato serbo (SDB), a 12 anni di carcere ciascuno, ritenendoli colpevoli di crimini contro i non serbi durante le guerre in Croazia e Bosnia degli anni ’90.

Al nuovo processo, sono stati giudicati colpevoli di tutti e 5 i capi d’accusa come aiutanti, ma non come partecipanti a un’impresa criminale congiunta. Stanisic e Simatovic rimarranno in custodia fino a quando non sarà organizzato il loro trasferimento nel luogo di detenzione, ha affermato il giudice Barton Hall.

Il tempo che hanno trascorso in detenzione sarà detratto dalla loro condanna. La Corte li ha assolti per la prima volta nel 2013, ma il processo è stato ripetuto dopo l’appello dell’accusa.

Sia l’imputato che i Pubblici Ministeri hanno il diritto di appellarsi a questa sentenza, perché si tratta di una sentenza di 1° grado. I procedimenti contro Stanisic e Simatovic, se si tiene conto del primo e dei ripetuti processi, durano da 18 anni e sono i più lunghi nella storia del tribunale.

Il nuovo processo a Stanisic e Simatovic è l’ultimo grande processo davanti al Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia. Stanisic e Simatovic sono stati temporaneamente rilasciati in Serbia, ma sono stati restituiti all’unità di detenzione dell’Aia il 24 giugno.

https://www.danas.rs/bbc-news-serbian/balkan-haski-tribunal-i-ratni-zlocini-bivsi-celnici-tajne-srpske-policije-jovica-stanisic-i-franko-simatovic-osudjeni-na-ponovljenom-sudjenju/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top