Stabilità, pace, rilancio dell’economia: i punti salienti della conferenza stampa di Vucic

Nel corso della conferenza stampa annuale tenuta come da tradizione nel palazzo del Governo serbo, Vucic ha sottolineato quanto l’anno che volge al termine sia stato uno dei più difficili e incerti per l’Europa e per il mondo, e che, nonostante le turbolenze nello scenario internazionale, la Serbia è riuscita a mantenere la piena stabilità e la pace.

E garantire la pace e la stabilità rappresenterà l’obiettivo più importante nel 2017.

“Nonostante l’incertezza, numerosi attacchi terroristici, il disastro economico che ha colpito i singoli paesi dell’Unione europea – in alcuni dei quali, come l’Italia, il debito pubblico è a al 133% del PIL – e sulla scia della Brexit, siamo riusciti a mantenere la piena stabilità e la pace nel paese. Siamo riusciti a registrare un significativo recupero e garantire la sicurezza e la sicurezza per i cittadini”, ha dichiarato il Premier, aggiungendo che nessuno si aspettava l’economia raggiungesse un tasso di crescita pari al 2,75%.

Vucic: Ho aperto 32 fabbriche nel 2016, 16.000 posti di lavoro creati

Vucic ha quindi ricordato in conferenza stampa di essere stato presente personalmente all’inaugurazione di 32 fabbriche, che, nel totale, hanno consentito la creazione di 13.767 nuovi posti di lavoro, aggiungendo che sono stati circa 16.000 i lavoratori assunti grazie esclusivamente a sussidi governativi diretti.

Secondo le stime del Primo Ministro, sono numerosi gli investitori che stanno arrivando nel paese da quando sono stati apportati miglioramenti significativi per il contesto imprenditoriale.

La Serbia ha guadagnato 12 posizioni nella Doing Business List stilata dalla Banca Mondiale quest’anno, diventando la nazione del mondo ad aver realizzato il miglioramento più significativo dopo essersi classificata 44° due anni fa.

Per quanto riguarda le previsioni, secondo Vucic è possibile che, entro la fine del prossimo mese di marzo, lo stipendio medio in Serbia superi la cifra dei 400 euro: “spero che lo stipendio medio arrivi a circa 500 euro entro la fine del mandato del governo”. Il Premier ha inoltre aggiunto che per il prossimo anno si prevede una crescita economica maggiore del 3%.

Vucic e Nikolic proporanno il candidato alla presidenza il 15 febbraio

La conferenza stampa è stata anche l’occasione per Vucic per portare l’attenzione si prossimi sviluppi dello scenario politico interno, annunciando che lui e il presidente Tomislav Nikolic proporranno un candidato comune per le prossime elezioni presidenziali intorno al 15 febbraio.

“Affronteremo il pubblico insieme per cercare, come persone responsabili, il supporto per un candidato comune che riteniamo in grado di portare a compimento un buon lavoro, in accordo con il governo e per assicurare la stabilità”, ha dichiarato Vucic, in seguito alla lunga conversazione che avrebbe avuto con l’attuale Presidente nel corso della giornata di mercoledì.

Quando gli è stato chiesto di commentare il rifiuto da parte del partito socialista di sostenere Nikolic come candidato alla presidenza, Vucic, leader del Partito progressista, ha risposto che, personalmente, desidera continuare la buona cooperazione con i socialisti: “bisognerebbe chiedere loro se è quello che vogliono”.

(Tanjug, 29.12.2016)

http://www.tanjug.rs/full-view_en.aspx?izb=294571

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, crescita economica, elezioni presidenziali
Elezioni presidenziali: Jeremic prossimo alla candidatura

2016: un riepilogo degli eventi in Serbia
Chiudi