Stabilità e sviluppo attraverso investimenti a piccole e medie imprese. La ricetta della EBDR

Il Consiglio di amministrazione Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (EBDR) ha elogiato il percorso di riforme avviato dal Governo della Serbia ed espresso parere ottimista sulla stabilità economica e sullo sviluppo del paese.

Come si legge dal comunicato del Governo, l’incontro con l’incaricato per la formazione del nuovo governo, Aleksandar Vučić, è stato incentrato maggiormente sulla necessità di incentivare gli investimenti, attraverso programmi di consulenza e il supporto allo sviluppo di piccole e medie imprese in cooperazione con le istituzioni serbe, al fine di creare le condizioni favorevoli per lo sviluppo dello spirito imprenditoriale.

La banca ha mostrato maggiore interesse per i progetti nell’ambito del settore energetico e delle infrastrutture e nella cooperazione per l’ulteriore sviluppo di imprese serbe di successo, come la Belgrade Nikola Tesla Airport e Telekom Srbija, attraverso il modello della partnership strategica con imprese internazionali.

Durante l’incontro, entrambe le parti hanno sottolineato l’importanza della cooperazione economica e della stabilità regionale, cui la la Serbia contribuisce per lo più in veste di leader.

Vucic ha ringraziato la EBRD per il continuo supporto e l’aiuto fornito in quasi tutte le aree di importanza strategica per la Serbia.

L’incaricato per la formazione del nuovo governo ha affermato che il Governo della Serbia si impegnerà con ogni mezzo nel prossimo periodo per raggiungere tali obiettivi ambiziosi con i migliori risultati possibili, in primo luogo nel campo dell’economia: il sostegno agli investimenti nel settore privato favorirebbe infatti una più rapida ripresa dell’economia.

eKapija 06.28.2016

Share this post

scroll to top
More in Aleksandar Vucic, Banca Europea Ricostruzione e Sviluppo, economia, investimenti
Intesa prima banca in Serbia nel 2015
Serbia, la tigre economica dei Balcani

Close