SSP: “Šapić deve dimettersi per aver truccato una gara d’appalto a favore di Kentkart”

“Vogliamo che Aleksandar Šapić presenti immediatamente, senza indugio, le sue dimissioni irrevocabili dalla carica di sindaco (di Belgrado) e che la procura avvii un procedimento penale per l’offerta di truccare la gara d’appalto a favore di Kentkart da parte del capo del suo gabinetto”, ha dichiarato Mila Popovic del Partito della Libertà e della Giustizia (SSP).

La richiesta arriva dopo che il sito web investigativo BIRN ha scoperto che il capo del gabinetto di Šapić, Nenad Milanović, ha offerto a Kentkart (società turca di riscossione automatica delle tariffe) di truccare una gara d’appalto a suo favore a patto che accettasse la risoluzione reciproca del precedente contratto sulla riscossione automatica delle tariffe nel sistema di trasporto pubblico di Belgrado.

Il BIRN ha dichiarato di aver avuto accesso a registrazioni audio in cui il capo del gabinetto del sindaco di Belgrado, Nenad Milanović, si offriva di truccare una gara d’appalto per un nuovo accordo durante gli incontri con i funzionari della Kentkart se questi avessero accettato di rescindere il contratto esistente. L’offerta è stata rifiutata da Kentkart. L’attuale contratto per l’organizzazione e la manutenzione del sistema di biglietteria dell’azienda di trasporto cittadino di Belgrado è stato firmato nel 2021. Il sindaco di Belgrado Aleksandar Šapić ha dichiarato da tempo che sarebbe stato introdotto un nuovo sistema.

Secondo la BIRN, Milanović ha detto al funzionario della Kentkart Sava Terzić, durante un incontro del 9 marzo, che lo avrebbe accusato di aver rovinato il trasporto pubblico di Belgrado se l’azienda turca non avesse accettato di rescindere il contratto.

Terzić ha dichiarato alla BIRN di non sapere come i giornalisti abbiano ottenuto le registrazioni, ma ha confermato che sono autentiche e che è stata fatta l’offerta di una gara d’appalto. Ha detto che l’offerta di rescindere il contratto con un accordo è stata fatta più volte e che l’intera faccenda è stata affidata agli avvocati dell’azienda.

Milanović e il sindaco Šapić hanno rifiutato di commentare le accuse.

(Danas, N1, 11.04.2023)

https://www.danas.rs/vesti/politika/mila-popovic-ako-aleksandar-sapic-nema-obraza-i-hrabrosti-da-podnese-teret-nezakonitih-laziranja-zahtevamo-od-ane-brnabic-da-se-izjasni/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top