Lo splendore del Rinascimento in mostra a Belgrado

Dopo il grande successo riscosso nelle metropoli mondiali, arriva anche a Belgrado la mostra “Lo splendore del Rinascimento”, dedicata ai tessuti preziosi che ornavano il periodo rinascimentale e barocco, agli abiti sontuosi per le cerimonie presso le corti italiane e agli elementi decorativi creati per occasioni speciali, usualmente apprezzabili eslusivamente visitando specifici musei.

“Lo Splendore del Rinascimento” (in Italia il titolo della mostra è stato “Splendore ritrovato”), che i belgradesi potranno visitare gratuitamente fino al 30 giugno presso il Museo della Città di Belgrado, è il risultato di anni di ricerca e di lavoro sui tessuti e sulle tecniche, ed è stata resa preziosa dai contributi di molti storici, illustratori, sarti, ricamatori e artigiani. Unici per la loro bellezza ed esclusività, i costumi rappresentano i capolavori delle case artigianali italiane e mostrano chiaramente l’elevato livello raggiunto dalla produzione italiana nel confezionamento e nel design.

“Splendore ritrovato” mette in mostra tanti reperti ed elementi storici, partendo dagli abiti del tempo. L’abito, infatti, è il filo conduttore di tutta la mostra, proprio per testimoniare l’importanza dei vestiti di corte in epoca rinascimentale. “È una mostra che vuole far rivivere i fasti delle vecchie Corti – spiega Braglia, curatore della mostra -. Sono rappresentati reperti ricostruiti in ogni minimo dettaglio, dopo un lungo periodo di studio. Le opere rappresentate, fanno parte delle Corti più importanti dell’epoca e quindi quella di Mantova, ovviamente, quella papale a Roma, quella di Madrid e di Vienna”. Tra i gioielli in esposizione, il vestito di Eleonora di Toledo: “È sicuramente il pezzo forte della mostra. Vestito sul quale aleggia una storia molto particolare ancora da decifrare. Oltre a questo – ha spiegato Braglia – abbiamo rifatto il vestito utilizzato per l’incoronazione del Duca Vincenzo I Gonzaga e poi, tra gli altri, anche un vestito di Margherita Paleologo, parente di Isabella D’Este”.

Per capire il valore e la qualità di tutto il progetto basta considerare che i pezzi esposti sono il frutto di anni di lavoro (il progetto nacque nel 1989) e del contributo di numerosi storici, ricercatori, disegnatori, tessitori, sarti, ricamatori, e artigiani per la lavorazione dei metalli.

http://www.comune.mantova.gov.it/index.php/turismo/inoltre-turismo/news-turismo/item/1687-splendore-ritrovato-la-nuova-mostra-a-palazzo-della-ragione

La mostra è stata creata sulla base dello studio dei dipinti del Rinascimento. Trenta costumi saranno esposti negli stand e, accanto a loro, ci saranno foto di dipinti rinascimentali fonti d’ispirazione. L’attraente mostra sarà completata con “The Feast of the Ruler”, scena che raffigura un palazzo rinascimentale decorato per l’accoglienza degli ospiti.

La mostra è stata realizzata sulla base di un progetto creato a Mantova. Dopo essere stata esposta per la prima volta nei palazzi di questa città e con un successo sempre maggiore di pubblico e media, è stata ospitata in molte città italiane ed europee, oltre che in Nord e Sud America e Asia, in oltre 40 città. Gli organizzatori della mostra sono l’Associazione “Invito a Corte” di Fausto Fornasari e l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado.

Il museo della città di Belgrado è aperto ai visitatori tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle 11:00 alle 19:00.

(Belgrade Beat, 16.06.2017)

http://www.belgrade-beat.com/magazine/2017/06/the-splendor-of-the-renaissance-in-belgrade 

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in arte, Belgrado, eventi culturali, Italia
sostituzione del vecchio Savski Most
Belgrado, addio al vecchio Savski Most

Belgrade Night Market al Mercato di Zemun
Belgrade Night Market al mercato di Zemun il 16 giugno

Close