Sospetto tentativo di attacco a Vucic: le analisi sulla scorta di armi

Sono attesi in giornata i risultati delle analisi effettuate sulle armi rinvenute in una località prossima all’abitazione di Aleksandar Vucic: i rilievi potrebbero essere utili a comprendere se tale scorta fosse destinata ad essere utilizzata per un attacco al Primo Ministro.

Dragan Mijovic, vice capo del Centro nazionale per il crimine della Polizia serba, ha reso noto che la polizia riceverà i risultati delle analisi del DNA effettuate sulla scorta di armi, ma che i risultati non saranno resi pubblici: “se ciò dovesse avvenire ora, la polizia perderebbe il proprio vantaggio e gli organizzatori del presunto attacco potrebbero avere la possibilità di influenzare i testimoni o distruggere le prove “, ha dichiarato Mijovic a Pink TV. Il quantitativo di armi, composto da bombe a mano, un bazooka e una munizioni per mitragliatrici, è stato rivenuto sabato nei boschi lungo il percorso regolarmente frequentato da Vucic, il quale ha dichiarato di non avere alcun timore per la propria vita, esprimendo piena fiducia nelle agenzie di sicurezza della Serbia.

Nebojsa Stefanovic, il ministro degli Interni, ha dichiarato domenica che le indagini in corso hanno finora dimostrato che alcune delle armi provengono dai campi di battaglia di Croazia e Bosnia: “quello che abbiamo potuto stabilire finora riguarda l’origine di alcune delle armi, il lanciarazzi portatile proviene dai campi di battaglia in Croazia, mentre due delle quattro bombe a mano da un campo di battaglia in Bosnia, nei pressi di Sarajevo”. Il Ministro ha anche sottolineato l’importanza delle analisi del DNA e ha specificato che la polizia sta indagando potenziali sospetti che avrebbero potuto nascondere le armi: “spero che arriveremo ad avere informazioni per far luce completamente su quanto accaduto”, ha concluso Stefanovic.

(BalkanInsight, 31.10.2016)

http://www.balkaninsight.com/en/article/serbia-awaits-results-of-investigation-on-weapons-stash-10-31-2016

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top