Sosa (FMI): il mese prossimo il bando per la privatizzazione di PKB

La pubblicazione della gara per la privatizzazione del Combinato agricolo di Belgrado (PKB) puà essere prevista per il mese prossimo, ha dichiarato oggi il capo dell’ufficio del FMI in Serbia Sebastian Sosa e ha aggiunto che il nuovo programma che la Serbia ha accordato con il FMI, noto come “protegge casa” ha l’obiettivo di risolvere le questioni delle aziende pubbliche problematiche che a causa delle perdite sono state all’origine del rischio bancarotta delle case statali.

Ai giornalisti di Belgrado Sosa ha detto che per quanto riguarda le aziende pubbliche ci è stato un miglioramento lo scorso mese, portando come esempio l’azienda Galenika, e il fatto che sono state pubblicate le gare per il RTB Bor e MSK.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Alla domanda di commentare l’avvio del processo di liquidazione dell’Azotara, ha risposto ricordando che il Governo della Serbia si è deciso per tale scelta dopo alcuni tentativi senza successo di trovare un investitore per quest’azienda che per anni è stata in perdita.

“La MSK non ha perdite, attualmente si trova in una situazione più solida e il Governo della Serbia ha ritenuto che il tempo per la privatizzazione fosse arrivato. La situazione però è diversa con l’Azotara dove si stanno accumulando i debiti verso Srbijagas e verso l’Amministrazione fiscale” dice Sosa e aggiunge che in Azotara esistono alcune questioni sociali relative ai lavoratori.

Sosa sottolineato che il Governo della Serbia sta risolvendo i problemi delle aziende pubbliche o attraverso la privatizzazione o tramite il fallimento, e che la soluzione di questi problemi comporterà lo sblocco delle risorse che venivano date alle aziende in perdita e che possono invece essere utilizzate per aumentare gli investimenti pubblici.

(Politika, 24.07.2018, http://www.politika.rs/sr/clanak/407896/Sosa-Tender-za-privatizaciju-PKB-a-narednog-meseca)

Share this post

scroll to top
Altro... FMI, PKB
Nuovo programma di cooperazione tra Serbia e FMI

I serbi propongono il 10% in più per i salari dei dipendenti pubblici nei colloqui con il FMI

Chiudi