Sono passati 22 anni dalle grandi dimostrazioni del 5 ottobre che portarono alla caduta di Milosevic

Oggi ricorrono in Serbia 22 anni dalle grandi manifestazioni di Belgrado, che hanno posto fine al governo di Slobodan Milošević il 5 ottobre 2000. Le manifestazioni a Belgrado scoppiarono dopo che Milošević si rifiutò di riconoscere i risultati delle elezioni per la presidenza dell’allora Repubblica Federale (FR) di Jugoslavia.

Nelle elezioni del 24 settembre 2000, Milošević perse contro il candidato del DOS e leader del Partito Democratico della Serbia (DSS), Vojislav Koštunica. I manifestanti arrivarono sul piazzale davanti all’allora Assemblea Federale, oggi Assemblea Nazionale della Serbia, da tutta la Serbia in convogli lunghi decine di chilometri di automobili, autobus e camion, sfondando i posti di blocco della polizia con i bulldozer. Già al mattino la polizia usò gas lacrimogeni per impedire ai manifestanti di entrare nell’Assemblea, ma l’edificio dell’Assemblea federale fu preso d’assalto e parzialmente dato alle fiamme, così come l’edificio della televisione “RTS” in via Takovska. La polizia smise presto di resistere e per lo più si unì ai cittadini.

Nelle ore serali del 5 ottobre 2000, il nuovo Presidente Vojislav Koštunica, si rivolse ai cittadini dalla terrazza dell’Assemblea di Belgrado e il giorno successivo, il 6 ottobre, Milošević ammise la sua sconfitta elettorale e si congratulò con lui. Nelle manifestazioni fu uccisa Jasmina Jovanović di Miloševac vicino a Velika Plana, caduta sotto le ruote di un camion, e 65 persone rimasero ferite. Vojislav Koštunica, eletto presidente della FR di Jugoslavia come candidato del DOS, si ritirò dalla politica e il primo ministro Zoran Đinđić fu assassinato il 12 marzo 2003, davanti al palazzo del governo serbo. Slobodan Milošević morì nel 2006 nell’unità di custodia del Tribunale dell’Aia.

https://rs.n1info.com/vesti/dvadeset-dve-godine-od-petooktobarskih-demonstracija/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top