Sono 35 i contagiati alla coreana “YURA”

La direttrice ad interim dell’Istituto per la salute pubblica (ZJZ) di Leskovac, Aleksandra Nikolić, ha presentato i dati finali dei pazienti contagiati da coronavirus nella fabbrica coreana “Yura”, la cui situazione epidemiologica è peggiorata negli ultimi giorni, scrive il sito “juGmedia”.

Secondo la stessa, un totale di 35 lavoratori sono stati infettati dal 24 marzo a oggi e attualmente 21 dipendenti sono in cura presso l’ospedale COVID-19 di Leskovac, tra cui sette nuovi pazienti.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

La Nikolic ha presentato, in una conferenza stampa, la cronologia del contagio:

“Il virus in fabbrica è stato menzionato per la prima volta il 4 marzo, a causa del contagio del marito di un’operaia. Già il 6 aprile sono stati confermati sei casi di malattia mentre il 7 e 30 aprile un caso. Il 2 maggio sono stati registrati 3 casi, poi il 3 maggio altri tre casi e il 4, 5 e 6 maggio sono stati segnalati sette casi, per un totale di 35”.

Sono stati prelevati tamponi ad altri 200 lavoratori e si aspettano ancora i risultati.

Nel frattempo, ha dichiarato la Nikolic, l’Istituto di sanità pubblica ha imposto due volte misure che vietano il lavoro alla “Yuri” per 14 giorni o l’adesione a misure restrittive affinché 50 lavoratori al massimo lavorino su un’area di 5.000 metri quadrati, con misure di disinfezione e altre misure di protezione prescritte.

http://novimagazin.rs/vesti/jugmedia-u-juri-ukupno-zarazeno-od-korone-35-radnika

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in covid-19, Yura
Il governo accetta la proposta di revocare lo stato di emergenza

Kovacevic: “Il calo del PIL serbo sarà maggiore rispetto alle previsioni del governo e del FMI”

Close