Sinisa Mali: la Serbia ha abbasato il suo debito pubblico di 890 milioni di euro

La Serbia ha abbassato il suo debito pubblico di 1,03 miliardi di dollari, ovvero 890 milioni di euro e la quota del PIL di due punti percentuali, da 56,1 a 54,1 %, ha dichiarato il ministro delle Finanze, Sinisa Mali.

“La Repubblica di Serbia in un solo giorno ha pagato 1,03 miliardi di dollari del vecchio debito. Questo è quasi 900 milioni di euro, e non lo abbiamo fatto utilizzando nuovi prestiti e rifinanziamenti, ma con i nostri risparmi. Questo è ancora un altro esempio della politica economica responsabile che stiamo attuando, per ripagare i vecchi e costosi debiti il ​​prima possibile, stabilizzando così le finanze pubbliche e creando le basi per un ulteriore sviluppo dell’economia”, ha detto Mali per Tanjug.

Egli ha detto che nei primi nove mesi di quest’anno, la crescita del PIL è stata del 4,5%, che rappresenta la crescita più alta del PIL negli ultimi dieci anni, mentre, d’altra parte, il tasso di disoccupazione è ai minimi storici con l’11,3%.

A dimostrare che la Serbia sta conducendo una politica economicaa responsabile c’è anche il numero delle nuove assunzioni, ovvero 370.000 persone sono state assunte negli ultimi quattro anni, il che è un enorm successo spigaa il ministro.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Mali sottolinea che l’avanzo di bilancio nei primi nove mesi è stato di 70 miliardi di dinari, pari a circa 600 milioni di euro.

“Il debito pubblico è in calo di giorno in giorno. Abbiamo investimenti esteri da record quest’anno e questo dimostra quanto la Serbia si stia sviluppando nella giusta direzione, quanto siano stabili le nostre finanze pubbliche. In questo modo, creiamo le basi per un’ulteriore crescita dell’occupazione, dei posti di lavoro, delle infrastrutture e del miglioramento del tenore di vita dei cittadini della Serbia”, ha affermato Mali.

Egli ha detto che il bilancio per il 2019 mira esattamente a mantenere il livello di crescita economica, ad aumentare gli investimenti nelle infrastrutture e consentire agli imprenditori di svilupparsi ulteriormente attraverso vari incentivi fiscali.

“La priorità in questi ultimi anni è stata quella di fornire il maggior numero di occupazione per i nostri cittadini e, per il prossimo periodo, le priorità sono salari e pensioni più alti al fine di aumentare lo standard dei cittadini di anno in anno”, ha detto Mali.

https://novaekonomija.rs/vesti/vesti-iz-zemlje/mali-srbija-isplatila-dug-od-890-miliona-evra?fbclid=IwAR1LxdprO-eltkOWM1tgRdPXbM23DmqOhpKreTXO3utXudep_8B7KJuh_5w

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top