Sindacato Militare: Vogliamo stipendi più alti per i soldati professionisti

Il Sindacato Militare di Serbia, ha dichiarato, citando fonti del Ministero della Difesa, che è stata avviata la procedura di allineamento dei stipendi dei membri dell’Esercito con il minimo legale, in base al quale la base per il calcolo degli stipendi nell’esercito non può essere inferiore al 75% della media della repubblica.

Sostenendo che questo è stato uno dei motivi delle proteste organizzate l’anno scorso dai sindacati militari, dal sindacato Militare hanno annunciato che secondo le loro informazioni, “hanno informazioni che indicano che gli stipendi dei soldati professionisti, dopo questo aumento, ammonteranno a 55.000 dinari, tutto al fine di prevenire il deflusso di personale.”

“Se questo è vero, gli stipendi dei militari per la prima volta da aprile del 2000 raggiungerebbero il minimo legalmente garantito. Inoltre, per la prima volta viene reso ufficiale il problema del deflusso del personale, a cui il Sindacato ha indicato già nel 2015”, riporta la dichiarazione.

Il sindacato ha sottolineato che dal 2000 al 2008, il salario minimo nell’Esercito di Serbia variava da tre a cinque volte il salario medio , ma con il cambiamento al fine di cambiare la legge sulla esercito è sceso al 75% del salario medio in Serbia.

Dal Sindacato Militare hanno riconosciuto al Governo serbo l’adozione delle misure per preservare l’Esercito della Serbia, ma hanno anche dichiarato che se entro la fine dell’anno civile non ci sarà un’armonizzazione degli stipendi, “posso dire che questo è un’ennesima manipolazione dei dipendenti del Consiglio di Sicurezza e di tutti i cittadini“.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2018&mm=09&dd=13&nav_id=1443172

Share this post

scroll to top