Sigarette e prodotti a base di tabacco più costosi

L’accisa su tabacco e prodotti a base di tabacco è stata aumentata il 1º luglio, in conformità con il calendario delle accise.

Dal 1º luglio al 31 dicembre di quest’anno, l’accisa sulle sigarette sarà aumentata a 99,41 dinari per pacchetto, distribuiti nel periodo indicato.

L’accisa sarà ora di 1,71 dinari più alta per pacchetto. L’aumento precedente è avvenuto a maggio, quando i prezzi sono stati adeguati in linea con un tasso di inflazione medio del 7,6% del 2023. È previsto un aumento di circa dieci dinari per pacchetto.

Per le sigarette importate e quelle prodotte a livello nazionale, oltre all’accisa specifica, si applica anche un’accisa proporzionale al tasso del 33%.

Su proposta del Ministero delle Finanze, una volta all’anno il governo determina gli importi dei prezzi medi ponderati al dettaglio nell’anno solare precedente. Gli importi dell’accisa minima sono determinati semestralmente, entro il 15 febbraio e il 31 luglio dell’anno in corso.

Il prezzo del liquido per il rifornimento delle sigarette elettroniche è aumentato il 1º maggio e rimarrà lo stesso fino al 31 dicembre 2024, con questa accisa che ammonta a 10,46 dinari per millilitro.

Dal 2015, prodotti come i ricarichi per sigarette elettroniche, il liquido e il tabacco non combustibile sono stati classificati come prodotti soggetti ad accisa. Da gennaio di quest’anno, anche le bustine di nicotina, o “snus,” sono incluse in questo gruppo.

L’accisa sul liquido di tabacco cambierà dal 1º gennaio, passando da 8,64 dinari per millilitro a 9,72 dinari. Per il tabacco non combustibile, l’accisa cambierà dall’80% dell’accisa minima su 1.000 sigarette al 90% dell’accisa minima (dal 1º gennaio al 31 dicembre 2024).

(Biznis i Finansije, 03.07.2024)

https://bif.rs/2024/07/107414/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top