Si valuta la chiusura di bar e ristoranti per 2-3 settimane

L’epidemiologo Radmilo Petrović ritiene che tutti gli spazi chiusi dovrebbero essere chiusi, caffè, ristoranti, centri commerciali, cinema, teatri, per due o tre settimane, al fine di stabilizzare la situazione epidemiologica relativa al coronavirus.

Petrovic ha detto a “Tanjug” che il rischio maggiore di trasmissione del virus è negli spazi chiusi: “Quando il virus lascia il corpo, passa in minuscoli nuclei di goccioline che volano nell’aria per lungo tempo, quindi anche la minima circolazione d’aria lo diffonde ovunque e le persone vengono infettate”.

Secondo lui, durante il giorno potrebbero lavorare solo i giardini di ristoranti e caffè, perché non sono spazi chiusi, e c’è sempre una brezza all’aria aperta, l’aria circola e il virus non ha possibilità di infettare.

L’esperto sottolinea che i cittadini non dovrebbero essere limitati nei loro movimenti, che possono camminare, ma che è anche importante indossare una maschera all’aperto, in presenza di molte persone.

Alla domanda se la diffusione del virus e il crescente numero di persone infette su base giornaliera possano fermare la vaccinazione, Petrovic ha detto che la vaccinazione sta andando bene e che un numero maggiore di persone infette non può metterla in pericolo.

https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2021&mm=03&dd=08&nav_category=12&nav_id=1823508

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top