Shinzo Abe per la prima volta in visita ufficiale in Serbia

Il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe è atterrato all’Aeroporto Nikola Tesla di Belgrado, lunedi pomeriggio, dove è stato accolto dalla sua omologa serba Ana Brnabic.

Abe è in visita in Serbia, nell’ambito di un tour che toccherà sei paesi dell’Europa orientale. Il suo ospite a Belgrado sarà il Presidente serbo Aleksandar Vucic.
Alla vigilia dell’arrivo del capo del governo del Giappone, Vucic ha definito la visita un grande onore, e ha sottolineato che la Serbia è l’unico paese non UE in cui Abe si recherà durante il suo attuale tour, e quello in cui rimarrà più a lungo.
Secondo gli annunci, la visita ufficiale di Abe, che viaggia insieme ad una delegazione di imprenditori giapponesi, si protrarrà per due giorni in Serbia. Trattandosi della prima visita a Belgrado di un ufficiale giapponese ad un livello così alto in più di tre decenni, l’evento è stato descritto come “storico”.
La cerimonia di benvenuto sarà organizzata davanti al Palazzo della Serbia, seguita da una riunione plenaria delle delegazioni di Serbia e Giappone. La Prima Ministra Brnabić sarà presente alla cerimonia e parteciperà alla riunione plenaria.
Secondo il programma, le delegazioni si incontreranno con gli imprenditori dei due paesi, che saranno accolti dal Presidente serbo Aleksandar Vucic, Abe, e Brnabić.
La Ministra per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic, e l’Ambasciatore giapponese Junichi Maruyama firmeranno una nota sul programma di cooperazione di volontariato all’estero del Giappone.
Vucic e Abe rilasceranno poi dichiarazioni alla stampa a partire dalle 17:45.
Nel 2018, Serbia e Giappone celebrano i 136 anni dall’instaurazione delle loro relazioni, e anche se non ci sono state visite bilaterali a livello di capi di stato o di governo negli ultimi trent’anni, i legami tra i due paesi sono “tradizionalmente buoni e amichevoli, mentre il Giappone è tra i maggiori donatori del nostro paese, nel valore totale di circa 500 milioni di euro”, ricorda l’agenzia di stampa Tanjug.
Il Giappone è un paese membro del G7, terza potenza economica mondiale, e ha una grande influenza nelle relazioni internazionali. Il Giappone è anche un paese tecnologicamente sviluppato e molte società, tra cui Panasonic, stanno già operando in Serbia, osserva l’agenzia.
La Serbia è molto interessata agli investimenti del Giappone nelle industrie automobilistiche, chimiche, farmaceutiche e informatiche, così come nell’agricoltura, nella protezione dell’ambiente e nel turismo.
Il commercio totale tra i due paesi nel 2016 è stato di 153 milioni di euro, mentre nel 2015 ha raggiunto i 137 milioni di euro.

Cadez: La visita di Abe grande opportunità per la Serbia

I rappresentanti di 16 aziende giapponesi sono arrivati ieri a Belgrado con il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe, il che conferisce un peso speciale alla visita, come osserva il Presidente della Camera di commercio della Serbia (SCC), Marko Cadez.

 Cadez ha dichiarato di aver condotto un’analisi di tutto ciò che la Serbia potrebbe offrire al Giappone, aggiungendo che si tratta di una fantastica opportunità che la Serbia deve cogliere. Ha anche ricordato che le società giapponesi che operano in Serbia hanno tutte avuto buone esperienze qui.
Il Presidente della SCC ha sottolineato che le grandi corporazioni, i cui rappresentanti sono in visita a Belgrado, operano in vari rami economici, dal settore delle infrastrutture all’agricoltura, e al turismo.
“La Camera di Commercio della Serbia ha elaborato un’analisi dei prodotti serbi che potrebbero essere competitivi sul mercato giapponese: il Giappone è il quarto paese al mondo in termini di volume di importazioni agricole e la Serbia ha sicuramente qualcosa da offrire”, ha dichiarato Cadez a RTS, evidenziando che quando il Primo Ministro giapponese visita un paese insieme ai rappresentanti di 16 grandi società, la comunità degli affari giapponesi ne prende atto.
Cadez ha aggiunto che è importante che la Serbia tragga il massimo dalla visita e che discuta anche dell’arrivo della delegazione commerciale giapponese previsto per la prima metà di quest’anno.
(b92, 15.01.2018)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top