La sfida per l’Europa: gli 84 emendamenti della Croazia

Dei 325 emendamenti presentati in relazione alla progetto di risoluzione sui progressi compiuti dalla Serbia, i rappresentanti della Croazia ne hanno presentato 84, un quarto.

Il quotidiano belgradese Vecernje Novosti ha riportato il contenuto di alcuni degli emendamenti lunedì, precisando che il documento è stato preparato dal relatore del Parlamento europeo per la Serbia, David McAllister.

Le obiezioni croate sono principalmente correlate ad “una maggiore tutela della minoranza croata in Serbia, richieste per la restituzione dei beni culturali, alla questione del confine di Stato, così come all’abolizione di una legge serba sulla giurisdizione universale per i crimini di guerra”.

Secondo il quotidiano, i croati avrebbero anche male accolto la notizia dell’arresto del politico kosovaro ed ex comandante dell’UCK, Ramush Haradinaj, in Francia su mandato emesso dalla Serbia per crimini di guerra. In uno degli emendamenti, la Croazia ha infatti accusato il paese confinante di “assumere il ruolo di piccola L’Aja (Tribunale)”.

La cooperazione tra Belgrado e Mosca rappresenterebbe un’altra spina nel fianco per Zagabria, in particolare le esercitazioni militari congiunte organizzate da Serbia e Russia, mentre altre obiezioni hanno a che fare con la decisione della Serbia di non estradare presso il Tribunale dell’Aja tre funzionari del partito SRS, perseguiti per oltraggio alla corte.

I rappresentanti della Croazia richiedono anche che la risoluzione indichi chiaramente che le questioni bilaterali verranno risolte all’inizio dei negoziati di adesione tra Serbia e Unione europea. La Commissione per gli affari esteri del Parlamento europeo dovrebbe votare su un testo di compromesso il 27 febbraio, da adottare successivamente in una sessione plenaria a Strasburgo nel mese di marzo.

(b92, 23.01.2017)

http://www.b92.net/eng/news/politics.php?yyyy=2017&mm=01&dd=23&nav_id=100312

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... adesione UE
Relazione McAllister: numerosi progressi, ma permangono zone d’ombra

Adesione UE: 12 capitoli da aprire entro giugno

Chiudi