Settore delle costruzioni in crescita; il mercato immobiliare potrebbe trainare il PIL

Durante lo stato di emergenza, lo scambio immobiliare si è ridotto del 70%. Allo stesso tempo, il settore delle costruzioni è in crescita e gli esperti stimano che la crisi causata dalla pandemia non influenzerà in modo significativo il mercato immobiliare e le costruzioni.

Più appartamenti sono stati acquistati e la metà degli immobili è stata pagata con un prestito, una differenza del 30% dall’anno scorso.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“C’è stato uno sportello online costantemente aperto attraverso il quale abbiamo ricevuto oltre 24.000 richieste, di cui 5.343 erano vendite. Va sottolineato che c’è stato un calo importante da fine marzo a fine aprile, ma alla fine di aprile il mercato immobiliare ha leggermente iniziato a riprendersi e questa ripresa continua”, sottolinea Maja Radović dell’Autorità geodetica della Repubblica.

L’importo totale dei prestiti immobiliari concessi ai cittadini a marzo è stato del 4,3% superiore rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

“È molto importante che le banche continuino a prestare per costruire e vendere appartamenti perché la crescita delle costruzioni nei tre anni precedenti è stata un record, e grazie a ciò abbiamo avuto una forte crescita del PIL. Pertanto, è soprattutto nell’interesse dello Stato incoraggiare le banche a garantire ad altre banche che tutti i finanziamenti per i progetti che approveranno nei prossimi 12 o 24 mesi saranno loro restituiti”, spiega Nebojsa Nesovanovic della società “CBRE”.

Nonostante lo stato di emergenza si è costruito molto, quindi a marzo il volume di produzione nell’edilizia era del 21% superiore rispetto allo scorso anno.

“Si sa, quando funzionano le costruzioni lavora l’intera economia, cioè non solo i cantieri, ma tutto ciò che ci ruota attorno. Penso che nel prossimo periodo l’industria delle costruzioni sarà uno dei principali motori dell’aumento della produzione e allo stesso tempo della crescita del reddito nazionale lordo”, ha affermato Goran Rodic della Camera dell’edilizia serba.

Gli esperti prevedono che l’economia europea vedrà una recessione dal 4 al 6% quest’anno, ma anche che la crescita del prossimo anno sarà leggermente al di sopra di tale livello, quindi si prevede che l’economia europea si riprenderà molto rapidamente. La situazione in Serbia quest’anno e il prossimo anno sarà significativamente influenzata dagli eventi nel settore delle costruzioni.

https://www.rts.rs/page/stories/sr/story/13/ekonomija/3957133/stanovi-prodaja-kupovina-gradjevina-izgradnja-zgrade.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in costruzioni, mercato immobiliare, pandemia
disoccupati
Vucic critica la ricerca del gruppo “SeConS” sul numero dei nuovi disoccupati

FMI
Nova.rs: “La Serbia si è indebitata con un tasso molto più alto del necessario”

Close