Sertic: “In programma la nuova legge fallimentare”

“Il Governo della Serbia ha messo in cantiere una nuova legge sul  fallimento aziendale , grazie alla quale si potrebbero creare le condizioni affinché il fallimento diventi una cura per il rilancio di impresa“, ha detto ieri il ministro dell’Economia della Serbia Željko Sertić durante un incontro tenuto con il ministro del lavoro, dell’impiego e della sicurezza sociale Aleksandar Vulin e con la dirigenza dell’Unione dei sindacati autonomi della Serbia.

Sertić ha detto inoltre che i pregiudizi sul fallimento devono essere cambiati, perché il processo di fallimento, nella maggior parte dei casi, comprende la “pulizia” delle società dai debiti accumulati,  compresa la ricognizione delle “parti sane dell’impresa”, il che potrebbe portare al rilancio dell’occupazione.

“Stiamo progettando una nuova legislazione in materia di fallimento. Stiamo creando le condizioni affinché il fallimento diventi una cura per il rilancio di imprese che hanno problemi strutturali ma possiedono la capaicità lavorativa o una qualsiasi capacità grazie alla quale un’impresa può essere rilanciata”, ha spiegato il ministro dell’Economia.

Sertić ha detto che il completamento della privatizzazione in Serbia è stato ostacolato dai  problemi ereditati e da ostruzionismi dei dirigenti di alcune società. “Abbiamo ereditato molti problemi che ostacolano la privatizzazione, a partire dalle controversie giudiziarie e dalle procedure di restituzione dei beni nazionalizzati, fino all’ostruzione dei singoli amministratori nelle imprese da privatizzare”, ha detto il ministro dell’Economia. Lui ha inolre sottolineato che questi problemi saranno risolti, ma è necessaria la cooperazione delle organizzazioni sindacali.

“E’ nell’interesse di tutti noi completare il processo di privatizzazione, nonché sostenere la produzione. L’obiettivo prioritario del Governo serbo è la crescita della produzione e delle esportazioni, nonché l’impostazione dell’economia serba su una base solida”, ha detto Sertić.

Il ministro del lavoro, dell’impiego e della sicurezza sociale Aleksandar Vulin ha ricordato i rappresentanti dei sindacati indipendenti della Serbia che dal Governo serbo è stato fornito un programma sociale per i dipendenti delle aziende in fase di ristrutturazione, ma che non tutti i lavoratori invece si sono registrati per questo programma, per il quale c’è ancora un po’ di tempo.

(EKapija, 15 aprile 2015)

 

 

Share this post

scroll to top
Altro... aziende pubbliche, governo, governo Vucic, lavoro, legge sul fallimento, legge sul lavoro
La Fiat “500L” parte per l’Euroasia?

Il fallimento personale in Serbia attivo dal luglio di quest’anno

Chiudi