“Serbia terza al mondo per produzione di prugne”

Il Ministro per lo sviluppo regionale Milan Krkobabic ha dichiarato che la Serbia con una produzione di prugne di oltre mezzo milione di tonnellate si trova al terzo posto al mondo.

La Serbia si trova dopo la Cina che annualmente produce sei milioni di tonnellate, e dopo l’India che produce 700000 tonnellate. Krkobabic ha ricordato che in Serbia ci sono 42 milioni di alberi di prugna, però rispetto a 120 anni fa la trasformazione di questa frutta è stata ridotta da cinque a sei volte, così che oggi per lo più viene utilizzata per fare i distillati di frutta (rakija). “Il primo prodotto che venne esportato verso la fine del XIX secolo dalla Serbia all’America sono state le susine, allora erano 30000 tonnellate di susine e oggi le nostre esportazioni non vanno oltre cinque-sei mila di tonnellate” ha detto Krkobabic in occasione della visita a Blace.
Lui ha detto che esiste l’impegno del Governo della Serbia e del suo ministero a lavorare insieme alle autorità locali e alle cooperative esistenti sull’apertuta di una cooperativa integrata di trasformazione a Blace che farà sì che le prugne del distretto di Blace non finiscono nella distillatrice ma vengono trasformate. “Un impianto del genere si può aspettare l’anno prossimo se la gente delle cooperative e quella dell’amministraizone locale prendano sul serio questo progetto e iniziano a lavorarci” ha ribadito Krkobabic.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Lui ha ricordato che è in corso un concorso per le sovvenzioni alle cooperative e ha aggiunto che quest’anno sono stati stanziati 825 milioni di dinari, il che è quattro volte di più rispetto all’anno scorso. “L’interesse delle cooperative è grande. Credo che riusciremo a venire incontro le richieste valide di 60-70 cooperanti” ha dichiarato Krkobabic.
Secondo le sue parole, le cooperative fondate prima del 2017 possono contare su un ammontare massimo di 15 milioni di dinari delle sovvenzioni, le nuove cooperative su 7,5 milioni di dinari e quelle integrate su un ammontare di 60 milioni di dinari. “La precedenza sarà data alle zone meno sviluppate e con un focus sulla produzione della frutta, aratura, allevamento” ha ribadito Krkobabic. Nel Centro di cultura Drainac a Blace, lui ha incontrato i rappresentanti delle cooperative di quella zona, i rappresentanti dell’associazioen delle cooperative e degli uffici comunali dedicati all’agricoltura e li h informati sulle sovvenzioni finanziarie per le cooperative. Krkobabic insieme a suoi collaboratori ha visitato la cooperativa “Blacka Blace” che ha ottenuto dal budget statale un po’ di più di 12 milioni di dinari per la costruzione di una cella frigorifera e l’acquisto di macchinari”. Il direttore della cooperativa “Blacka Blace” Dusan Zecevic ha detto che le cooperative sono la via di uscita per i villaggi serbi e ha espresso la speranza che in cinque anni ci saranno 20 cooperative a Blace, “mentre 30 è il numero ottimale per far funzionare questo paese”.

B92, 08.08.2018, https://www.b92.net/biz/vesti/agro-biz.php?yyyy=2018&mm=08&dd=08&nav_id=1428546

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top