Serbia nel gruppo dei paesi con rischio d’operazione moderato

Nella relazione del mese di luglio la “Dun and Bradstreet” (D&B) ha inserito la Serbia nel gruppo dei paesi con un rischio di operazione d’affari moderato, migliorando la previsione già elaborata per la crescita economica. 

Il rating tiene conto del rischio d’operazione in un determinato paese, fornendo informazioni sull’efficienza dei pagamenti verso l’estero, nonché sulla redditività degli investimenti potenziali.

Nel gruppo in cui è presente la Serbia sono state inserite anche Croazia, Bulgaria, Ungheria, Macedonia ed Albania. Il miglior rating nella regione è detenuto dalla Slovenia e dalla Romania che sono state classificate come paesi a basso rischio. Il rating più basso nella regione è quello della Bosnia e Erzegovina, classificata come paese ad alto rischio.

“I dati del primo trimestre di questo anno dimostrano che il prodotto interno lordo (PIL) della Serbia è maggiore del 3,5 % rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre il fattore principale della crescita è costituito dalle esportazioni sostenute dagli investimenti nel settore della produzione e dalla riduzione dei costi relativi all’importazione di energia”, viene comunicato nella relazione della D&B.

Inoltre, viene indicato che gli investimenti sono finanziati dall’estero ossia dai crediti, il che ha contribuito nel determinare la crescita del 10,5% della produzione industriale rispetto al primo trimestre dell’anno scorso.

La D&B ha cambiato anche la previsione di crescita del prodotto interno lordo della Serbia per il 2016 e 2017 portandola da 1,7 e 2,2%  al 2,3 e 2,8%. Tuttavia, fattori provenienti dall’estero, quali la resistenza del settore bancario nell’Eurozona, la Brexit, la potenziale Grexit, nonché la recessione eventuale nei paesi sviluppati, potrebbero rallentare il recupero dell’economia serba. 

(RTS, 27.07.2016.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... crescita economica, investimenti
Cosa stanno facendo le autorità locali per attrarre investitori?

Nuovi investimenti nella zona industriale Mali Bajmok

Chiudi