Senicic (JUTA): “Poche le speranze che lo Stato aiuti le agenzie di viaggio”

Il direttore dell’Associazione nazionale delle agenzie turistiche della Serbia (JUTA), Aleksandar Senicic, ha dichiarato che “ci sono solo poche ulteriori speranze” che lo Stato trovi il modo di aiutare le agenzie di viaggio con delle misure speciali per mitigare le conseguenze della pandemia da COVID-19.

“Stiamo aspettando la posizione ufficiale del governo serbo, ma abbiamo sempre meno speranze che lo Stato troverà il modo di aiutare le agenzie con misure speciali, poiché non ha entrate da quattro mesi”, ha detto Senicic all’agenzia “Beta”.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Ha aggiunto che quasi nessun Paese in Europa ha negato un’assistenza aggiuntiva alle agenzie di viaggio, che il Montenegro per esempio ha recentemente esteso l’assistenza con il 70% delle entrate lorde e che il Regno Unito sta gradualmente estendendo il sostegno finanziario a tre mesi.

“Ci hanno detto che l’unica cosa che potevano fare era quella di offrirci dei prestiti dal Fondo di sviluppo, ma questo non è un aiuto; il prestito è una cosa commerciale, non importa quanto sia basso l’interesse, è comunque commerciale quando si tiene presente che è per la liquidità”.

Lo stesso ha aggiunto che sperava che la stagione turistica sarebbe iniziata il 1° luglio e che le agenzie sono deluse dalla posizione dello Stato, e dal ritardo nell’adottare tali misure.

Il Ministero delle finanze aveva annunciato aiuti per i settori più a rischio dell’economia, mentre poi ha fatto marcia indietro sostenendo che “non ci sono più le condizioni tecniche perché lo stato di emergenza è stato revocato” e non è possibile approvare gli aiuti senza un riequilibrio del bilancio, per il quale non c’è tempo a causa delle imminenti elezioni.

“Le grandi agenzie sopravviveranno senza un aiuto aggiuntivo licenziando i propri dipendenti, mentre quelle piccole sono destinate a morire”, ha concluso Senicic.

https://naslovi.net/2020-05-19/beta/senicic-juta-gasi-se-nada-da-ce-srbija-pomoci-turistickim-agencijama/25458909

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in agenzie di viaggio, aiuti di Stato, COVID_19, JUTA
Mali: “Siamo pronti a fornire ulteriore assistenza ai settori più vulnerabili”

La Grecia aprirà le proprie frontiere a fine giugno e solo ad alcuni Paesi

Close