Sempre più stranieri arrivano per lavorare in Serbia

Secondo l’emittente pubblica RTS, in Serbia nel 2023 sono stati rilasciati più di 52.000 permessi di lavoro a stranieri, con un aumento di quasi il 70% rispetto all’anno precedente.

Solo a Belgrado ci sono 30.000 lavoratori stranieri in più, ma mancano tutti i profili di lavoratori, con una carenza di circa 20.000 autisti e circa lo stesso numero di lavoratori nel settore dell’ospitalità.

Il maggior numero di nuovi arrivi proviene dalla Cina – 10.000 lavoratori. Il secondo posto è occupato da cittadini russi (8.000), seguiti da 5.500 lavoratori provenienti dalla Turchia, 3.000 da India, Cuba, Nepal, Bangladesh e infine dai Paesi limitrofi.

L’anno scorso, oltre il 95% delle richieste di permesso sono state presentate dai datori di lavoro, mentre i cosiddetti permessi di lavoro personali (per i quali le richieste vengono presentate dagli stessi stranieri) sono stati solo 1.760.

In termini di genere, sul totale dei permessi, circa l’80% era destinato agli uomini (circa 42.300), mentre le donne hanno prevalso nel gruppo dei permessi di lavoro personali (948 permessi per le donne contro 812 per gli uomini).

L’anno scorso la maggior parte dei permessi di lavoro è stata rilasciata a cittadini di Russia, Cina, Turchia, India e Nepal.

(Bloomberg Adria, 12.03.2024)

https://rs.bloombergadria.com/ekonomija/srbija/53765/strani-radnici-52000-dozvola-za-rad-u-srbiji-rusi-pretekli-turke/news/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top