Secondo l’opposizione esiste il pericolo di un conflitto sociale in Serbia

Parte dell’opposizione, a favore del boicottaggio delle imminenti elezioni, sostiene che gli ultimi giorni hanno dimostrato che le divisioni politiche in Serbia si sono intensificate e approfondite e che esiste un reale pericolo di conflitto sociale e civile con conseguenze senza precedenti.

In una dichiarazione firmata dall’Alleanza per la Serbia (SzS), dal Partito socialdemocratico, dalla Piattaforma civica e dal Movimento per la costruzione dello Stato (Savez za Srbiju (SzS), Socijaldemokratska stranka, Građanska platforma i Državotvorni pokret) si afferma che questi conflitti sono stati avviati dal Presidente serbo Aleksandar Vucic e dal suo governo in risposta alle proteste dei cittadini insoddisfatti.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“SzS concorda sul fatto che al momento non ci sono le condizioni per tenere le elezioni, principalmente a causa dell’imperativo di preservare la salute e la sicurezza dei cittadini, o a causa della possibilità di innescare una nuova ondata di epidemia, in una situazione in cui stiamo ancora contando i morti”.

“Inoltre, dopo l’introduzione dello stato di emergenza, le condizioni elettorali sono peggiorate e non vi è alcun presupposto elementare per elezioni libere ed eque in Serbia oggi”, afferma la nota.

Si sottolinea che questa parte dell’opposizione ha finora indicato che ci vuole tempo per creare le giuste condizioni a favore di elezioni libere ed eque.

“Per superare la crisi politico-costituzionale causata dalla scadenza del periodo per lo svolgimento di elezioni regolari e la scadenza del mandato del Parlamento e del governo della Serbia e la mitigazione delle conseguenze economiche dell’epidemia, è necessario attuare le richieste dell’opposizione serba, in modo che questa crisi non metta in pericolo la sopravvivenza della nazione, dello Stato e della democrazia”, ​​spiegano dall’opposizione.

E sottolineano che questo è l’unico modo per evitare ulteriori divisioni e crisi, aggravate dalla pandemia che ha cambiato le relazioni sociali.

“La nuova situazione politica che affrontiamo porta un grave rischio, che può sfociare in conflitti senza precedenti nella società; il regime di Vucic è pienamente responsabile di questo, perché risponde alle richieste dell’opposizione e all’insoddisfazione dei cittadini con aggressività e minacce”, conclude la nota.

https://naslovi.net/2020-05-03/beta/opozicija-intenzivirane-podele-u-srbiji-postoji-realna-opasnost-od-gradjanskih-sukoba/25368994

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, boicottaggio elezioni, conflitto civile
Gojkovic: “Nei prossimi giorni il parlamento deciderà sulla fine dello stato di emergenza”

Der Spiegel: “Le autorità serbe hanno fatto di tutto per limitare i diritti e le libertà”

Chiudi