Scholz a Belgrado ‘impotente’ sul progresso europeo della Serbia

Il giornalista di “Deutsche Welle”, (DW), Nemanja Rujevic, pensa che il Premier tedesco Olaf Scholz sia sincero nelle sue intenzioni di voler avvicinare la Serbia e gli altri Paesi balcanici all’Unione Europea, ma che allo stesso tempo sia “impotente” poiché “non può opporsi alla volontà di Emmanuel Macron”.

“L’incontro tra i due è stato teso, Vučić ha persino risposto in modo aggressivo. Scholz ha forse sentito a Belgrado che la Serbia è pronta a rimanere seduta su “due sedie”, così come che a Belgrado pensano di poter entrare nell’Unione Europea senza riconoscere il Kosovo. In ogni caso, la conferenza stampa è stata piuttosto piccante”, sostiene Rujevic. Afferma che nei tabloid, a giudicare dalle prime pagine, Vučić “ha sconfitto Scholz” e “lo ha chiuso nell’angolo”.

Secondo il giornalista Scholz è andato a Belgrado per portare dei messaggi chiari, sebbene “non possa offrire o minacciare nulla, semplicemente non è in grado di farlo, né può spingere la Serbia tra le braccia della Russia. Non è in grado di promettere nulla, perché il Presidente francese Macron ha idee completamente diverse sull’allargamento dell’Unione europea”, ha affermato Rujević, sottolineando che Scholz è sinceramente favorevole all’allargamento dell’UE ai Balcani, ma è impotente. “Lui è solo una voce all’interno dell’Unione Europea e non può opporsi alla volontà di Emmanuel Macron”.

Rujević: Šolc iskren u namerama da Srbiju približi EU, ali je nemoćan

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top