Scandalo Savamala: pesanti accuse a Stefanovic

Sulla copertina dell’ultimo numero della rivista settimanale NIN si trova Nebojša Stefanović, identificato come il “principale fantasma di Savamala”. Il ministro dell’interno annuncia la denuncia.

Il Ministro dell’Interno del governo uscente ha negato le affermazioni di NIN dicendo che sono non veritiere e ha annunciato “la denuncia per accuse non veritiere”.

“La copertina e il testi di NIN non sono nient’altro che un altro mostruoso e scandaloso testo di questo settimanale nel quale ci sono bugie su di me e sulla funzione che svolgo”, ha dichiarato Stefanovic. Per questo motivo, dice, è costretto di reagire e rifiutare pubblicamente tutte le accuse false che il settimanale ha pubblicato.
Stefanovic aggiunge che per le accuse maligne e le falsità ha deciso di denunciare il settimanale al fine di far vedere al pubblico in Serbia quanto sono “bugiardi”, e ha annunciato che i fondi che otterrà dalla causa li darà in beneficenza cosi i cittadini “avranno almeno un guadagno dalle loro bugie”.

“Le loro ultime bugie fanno capire che non conoscono bene la Legge sulla Polizia, nè altri documenti legali della Repubblica di Serbia. Se li avessero letti, avranno potuto capire come funziona la polizia. Nemmeno mille copertine mi fermeranno e io continuerò a svolgere il mio lavoro nel miglior interesse dei cittadini, e ogni volta mi opporrò alle bugie”, ha dichiarato Stefanovic, il quale ha aggiunto di avere una fiducia completa nel sistema giudiziario della Serbia e che per questo motivo cercherà giustizia in tribunale.

L’ultimo numero di NIN parla di sviluppi a Savamala, e nel testo si legge  “Nebojša Stefanović, il principale fantasma di Savamala” e si afferma che nelle demolizioni a Savamala  sono state coinvolte più istituzioni, statali e non, e che questo lavoro non poteva essere svolto senza la conoscenza e l’aiuto del ministro della polizia.

Rušenje-Savamala-2-N1
Tra l’altro, il premier incaricato Aleksandar Vucic durante una conferenza stampa ha detto che “non permetterà cacce all’uomo nei confronti di  Stefanovic”.

Alla constatazione dei giornalisti che il vertice dei poteri della città non poteva ordinare alla polizia quella sera di non reagire, di cosa si parla nel rappporto dell’ombudsman, Vucic ha detto che ora alcuni vogliono “aggredire” il ministro della polizia Nebojsa Stefanovic.

(N1, 15.06.2016)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top