Savic: l’aiuto del FMI è benvenuto – la situazione del bilancio statale non è così buona

Il professore della Facoltà di Economia di Belgrado, Ljubodrag Savić, afferma che il nuovo accordo finanziario della Serbia con il Fondo Monetario Internazionale (FMI) è ben accetto, perché la situazione del bilancio statale non è così buona come viene presentata.

“A prescindere dal fatto che ho delle obiezioni sul modo in cui lavorano le organizzazioni finanziarie internazionali, compreso il FMI, ora che la Serbia e l’intero mondo si trovano in una crisi senza fine e quando l’inflazione è in crescita, l’assistenza del FMI è solo consultiva, ma abbiamo bisogno di un’assistenza finanziaria per superare i problemi più facilmente”, ha dichiarato Savić per l’agenzia di stampa Beta.

Aggiunge che gli indicatori che mostrano lo stato dell’economia serba sono ancora buoni rispetto ad altri Paesi, ma che non bisogna guardare solo alla quota del debito pubblico sul prodotto interno lordo (PIL) e affermare che è al di sotto del criterio di Maastricht del 60%.

Savić aggiunge che non è importante solo l’ammontare del debito, ma anche la capacità dell’economia di ripagarlo e che a molti Paesi non importa se aderiscono o meno ai criteri di Maastricht, per esempio il debito della Germania ha superato da tempo il 100% del PIL, quello dell’Italia il 150% e quello del Giappone il 220%.

Il ministro delle Finanze serbo Siniša Mali ha confermato ieri che è stato raggiunto un accordo con il FMI su un futuro accordo stand-by per la Serbia, che durerà due anni e ammonterà a 2,4 miliardi di euro.

Il professor Savić avverte che negli ultimi due o tre anni il governo serbo ha speso con noncuranza i fondi statali, grazie ai buoni indicatori economici, ma resta da chiedersi quanto questi indicatori fossero realmente buoni.

Sottolinea che la conclusione di un accordo con il FMI conferma che lo stato delle finanze pubbliche non è così buono come sostiene il ministro delle Finanze Sinisa Mali.

“Se il bilancio statale fosse in buone condizioni, il governo non avrebbe bisogno di un prestito dagli arabi e dal FMI”, aggiunge il professor Savić.

(eKapija, 03.11.2022)

https://www.ekapija.com/news/3900920/savic-finansijski-aranzman-sa-mmf-om-dobrodosao-stanje-u-drzavnoj-kasi-nije

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top