“RTS” servizio pubblico di regime?

“La Radio Televisione della Serbia (RTS) soddisfa esclusivamente le esigenze del governo al potere e offre un servizio vergognoso a ogni cittadino del nostro Paese”; lo dicono alcuni esperti in occasione del Rapporto economico per il 2020 che la stessa emittente ha presentato al parlamento.

Va ricordato che il Rapporto, firmato dal direttore generale Dragan Bujošević, sottolinea che “RTS” ha svolto la sua funzione fondamentale lo scorso anno, cioè produrre e trasmettere programmi che soddisfino le esigenze dei telespettatori e siano in funzione dell’interesse pubblico.

Il Rapporto dice che “RTS” ha realizzato un profitto di 2,8 miliardi di dinari l’anno scorso, che ha meno repliche della “BBC”, che lo stipendio medio di chi lavora è di circa 648 euro e che dopo molti anni di attività in perdita opera da cinque anni in modo positivo…

Zeljko Bodrozic, presidente dell’Associazione Indipendente dei Giornalisti della Serbia (NUNS), sottolinea che di coloro che “ingannano permanentemente e consapevolmente i loro concittadini” non ci si può fidare quando si tratta d’affari. Lo stesso ritiene che un giorno la direzione di Dragan Bujošević e la redazione del programma informativo di Nenad Stefanović saranno oggetto di una seria revisione e analisi, e solo dopo “saremo in grado di vedere davvero il lavoro di “RTS” in tutti i sensi, poiché in quest’epoca di paura e bugie è impossibile”.

Il giornalista Nedim Sejdinović ritiene che il Rapporto sulle operazioni di RTS dello scorso anno possa essere interpretato in due modi. “Può essere visto come un successo perché presenta un buon reddito e affari positivi. Dall’altra parte, si può dire che “RTS” condivide il destino di altri media del Paese che sono a servizio del regime, e che sono quindi generosamente sostenuti dal governo in vari modi, direttamente o indirettamente, mentre quelli più indipendenti e professionali vivono ai margini dell’esistenza”.

Come aggiunge, questa è la politica mediatica chiave dei progressisti: corruzione, ricatto e lotte con i media critici.

https://www.danas.rs/drustvo/rts-je-usluzni-servis-rezima-i-sramota-za-sve-gradjane-srbije/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top