Ritorno graduale alla normalità: vengono chiusi i centri di accoglienza

Goran Vesic, city manger di Belgrado, ha detto che durante la settimana verrà ridotto il numero dei centri di accoglienza di Belgrado, a cominciare dal centro sportivo Stari DIF, per poi passare a quello di Hala Pionir e dell`Arena.

Vesic ha spiegato che quando sarà permesso ai cittadini di tornare a Obrenovac, non ci sarà più bisogno di tenere attivi queste strutture che non sono adeguate per ospitare tante persone. Ha anche aggiunto che in coordinamento con il comune di Obrenovac si troveranno soluzioni idonee per quelle persone le cui case non sono più abitabili,

Passata la corsa per salvare vite umane, adesso la cosa più importante è creare le condizioni necessarie per il ritorno dei cittadini alle loro case. E il passo successivo sarà quello di stimare i danni e di creare le condizioni per poter indenizzare le perdite. “A questo punto è importante stilare la lista dei danni e abbiamo tempo fino al 30 giugno per completarla. In seguito effettueremo una valutazione che deve essere adeguata e realistica, e sulla base della quale la città e la Repubblica inoltreranno la domanda per il risarcimento ai fondi predisposti”, ha concluso Vesic.

hala

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top