Rischio chiusura totale delle aziende in Serbia per due settimane

“Abbiamo preso in considerazione la decisione di chiudere le grandi aziende da 7 a 14 giorni. Cerchiamo di non arrivare a questo, perché sono importanti per l’economia del Paese”, ha dichiarato oggi la Prima Ministra Ana Brnabic, con sorpresa di molti uomini d’affari.

Le grandi società in Serbia, e i membri del club “Privrednik”, non hanno ancora informazioni specifiche sull’eventuale chiusura, ma hanno un’idea su cosa significherebbe per la loro attività se ciò accadesse. Hanno sentito parlare di questa possibilità dai media e pensano non sarebbe una buona mossa per molte aziende.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Zoran Drakulic, proprietario della “Point Group”, afferma che nessuno dalle istituzioni governative lo ha contattato a riguardo e che non sa di chi sia l’idea, ma spera che la chiusura delle grandi aziende non coinvolga la produzione, cioè le fabbriche che attualmente lavorano.

“Perché allora sarebbe un disastro! Se lo Stato decidesse di chiuderci, dovrà pagare o compensare le nostre perdite”.

Il proprietario del gruppo “Galeb Grupe”, Radoslav Veselinovic, è dello stesso parere e spera che la misura si applichi solo alle società che, a causa della natura del business, potrebbero non rispettare le misure introdotte per frenare la diffusione del coronavirus in Serbia.

“La chiusura delle aziende su ordine dello Stato potrebbe causare il fallimento totale di alcune società, e vi è il rischio di pagare sanzioni per beni non consegnati. Nel nostro settore tali sanzioni arrivano fino a diverse centinaia di migliaia di euro, per non parlare del clima di sfiducia nei clienti che creeremmo, costringendoli a rivolgersi ad altri fornitori e subappaltatori. Certamente questa sarebbe una misura estremamente seria e dovrebbe essere attentamente considerata”, ha concluso Veselinovic.

https://www.blic.rs/biznis/privreda-i-finansije/pa-to-bi-bila-katastrofa-domaci-privrednici-o-zatvaranju-velikih-kompanija-na-7-do-14/lz9jm70

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Ana Brnabic, aziende, chiusura totale
Attraverso i contributi lo Stato verificherà quali sono le aziende che hanno licenziato più del 10% della forza lavoro

Brnabic: “Il governo ritira la delibera sulla centralizzazione delle informazioni sul virus”

Close