Rinnovabili: aziende straniere interessate all’eolico in Serbia

A seguito della decisione del governo di garantire ulteriori incentivi per gli investitori privati che vogliono investire in fonti di energia rinnovabili, tre compagnie straniere si stanno attrezzando per iniziare presto a costruire parchi eolici in Serbia, come si apprende da una notizia pubblicata dal quotidiano Danas.

Sebbene il Ministero delle Miniere e dell’Energia non abbia confermato la notizia, in base alle informazioni in possesso del quotidiano di Belgrado, le società in questione sono basate negli Stati Uniti, Israele e Belgio e sarebbero molto interessate ad investire nel redditizio business della produzione di energia da fonti rinnovabili. Chiunque sia interessato a partecipare a progetti FER in Serbia può contare su incentivi. Più precisamente, Electric Industry Power of Serbia (EPS) è obbligata ad acquistare energia elettrica da tali produttori a prezzi di gran lunga superiori a quelli a cui EPS stessa produce e vende energia elettrica. Questo è il motivo per cui le bollette risultano più alte in Serbia, in quanto EPS sta già acquistando energia elettrica da alcuni produttori da fonti di energia rinnovabili.

Slobodan Ruzic, ex vice ministro dell’Energia, afferma che gli incentivi adottati dal governo della Serbia l’anno scorso rappresentano uno strumento utile e consentiranno la costruzione di parchi eolici nel paese al più presto.

“Al momento abbiamo già due o tre turbine eoliche, ma il loro potere è esiguo, non superiore a dieci megawatt. Poiché lo Stato ha fornito garanzie supplementari agli investitori, c’è ora la possibilità reale di cominciare a costruire almeno un grande parco eolico questo autunno e di essere dotati di questo parco da 100 a 150 MW di potenza completamente costruito e collegato alla rete di distribuzione entro la fine del prossimo anno. Questo sarebbe importante per la Serbia per numerose ragioni.
Indipendentemente degli incentivi, non ci sono ancora parchi eolici in costruzione su larga scala. Alcuni anni fa, i permessi di costruzione e altre richieste ponevano un ostacolo, mentre oggi il problema è la mancanza di risorse finanziarie. Costruire un parco eolico ha un costo tra i 100 e i 200 milioni di euro, e gli investitori di solito ricorrono ai prestiti come fonte di finanziamento. Tuttavia, le banche sono molto riluttanti ad approvare i prestiti per questo scopo, perché non ci sono ancora garanzie, almeno non in Serbia, che il denaro investito in fonti di energia rinnovabili produca un buon ritorno”.

(Danas, eKapija, 04.06.2017)

http://www.danas.rs/ekonomija.4.html?news_id=347528&title=Prvi+vetropark+do+kraja+slede%C4%87e+godine
http://www.ekapija.com/website/en/page/1779324/New-wind-farm-by-the-end-of-2018?-Companies-from-Belgium-Israel-and-USA-interested-in -Costruzione-in-Serbia

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top