Rimosso l’ambasciatore serbo in Polonia vicino alla comunità LGBT

Nikola Zurovac, ambasciatore serbo in Polonia, è stato richiamato a casa. Il suo licenziamento, deciso durante una sessione del governo, è stato annunciato dal Ministro degli Affari esteri, Nikola Selaković; la causa è la sua firma su una lettera di sostegno alla comunità LGBT polacca insieme ad altri 40 ambasciatori, senza prima aver consultato Belgrado.

Secondo i resoconti dei media, Zurovac avrebbe firmato la lettera il giorno prima della visita di Nikola Selaković in Polonia, cosa che ha causato una reazione negativa da parte delle autorità conservatrici locali, motivo per cui anche la visita del capo della diplomazia serba sarebbe stata annullata.

Nikola Selaković ha affermato che il motivo del richiamo dell’ambasciatore serbo in Polonia non era per il contenuto della lettera che ha firmato, ma a causa del fatto che non ha informato il Ministro di tale procedura, il quale è responsabile del suo lavoro.

“L’ambasciatore non ha informato nessuno di questo. Non stiamo parlando dell’argomento della lettera e del suo contenuto. Per evitare insinuazioni, non si tratta del contenuto della lettera ma della negligenza dell’ambasciatore serbo nel non avvertire chi gli è responsabile”. Il Ministro ha aggiunto che qualunque altra cosa avesse firmato Zurovac, senza prima informare Belgrado, avrebbe portato alle stesse conseguenze.

https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2021&mm=05&dd=20&nav_category=11&nav_id=1861203

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... ambasciatore Zurovac, LGBT, Nikola Selakovic
Dipartimento di Stato USA: “Numerose sfide nel campo dei diritti umani in Serbia”

In preparazione la legge sul matrimonio per le coppie omosessuali

Chiudi