Repubblica serba di Bosnia: giovedì incontro con Vucic e Nikolic

Il Referendum indetto nella Repubblica serba di Bosnia continua a creare tensioni nella regione. La consultazione popolare, approvata dall’Assemblea di Banja Luka nel mese di luglio, si muove contro la sentenza della Corte costituzionale centrale bosniaca di abolire la Festa della Repubblica Srpska, il 9 gennaio. 

Il quotidiano on line B92 riporta che, in giornata di ieri, il Primo Ministro Aleksandar Vucic avrebbe avuto un incontro con “persone cui ripone la sua massima fiducia,” e che appartengono a settori dell’intelligence, della sicurezza e della difesa.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Blic, l’incontro si sarebbe tenuto “in un luogo sconosciuto”. Inoltre, il tema oggetto della riunione non è stato reso noto – “ma si tratta di un incontro informale, considerando che solo coloro che godono della piena fiducia di Vucic erano presenti”.

Tuttavia, il quotidiano ipotizza che la discussione possa aver riguardato i “rapporti nella regione, soprattutto con la Croazia e la Bosnia-Erzegovina, ma anche le provocazioni sempre più frequenti dei funzionari albanesi nel Kosovo settentrionale”. Viene comunque sottolineato che nessuna conferma né smentita relativa all’incontro è arrivata dal gabinetto del Primo Ministro.

Prima che trapelasse la notizia relativa a questa riunione, è stato invece ufficialmente annunciato che alti funzionari serbi incontreranno giovedì i rappresentanti della comunità serba di Bosnia-Erzegovina e i funzionari della Repubblica serba di Bosnia. L’incontro, al quale parteciperanno il presidente Tomislav Nikolic ed il Primo Ministro Aleksandar Vucic, sarà incentrato sull’opposizione al referendum da parte del Consiglio per l’attuazione della Pace in BiH, sulla situazione generale e sugli eventuali ulteriori sviluppi.

Il Ministro Dacic ha comunicato che l’organizzazione dell’incontro è il risultato delle consultazioni tenute da alti funzionari serbi presso la Presidenza della Serbia. Le consultazioni hanno affrontato la situazione della sicurezza, della stabilità regionale e vitali interessi nazionali e statali della Serbia.

“Sono state concordate misure volte a proteggere i nostri interessi nazionali e statali, i cittadini possono mantenere la calma ed essere sicuri che la sicurezza nel paese e, si spera, nella regione, non verrà messa in pericolo”, ha dichiarato Dacic ai giornalisti durante una pausa nel corso della riunione.

(B92, InSerbia, 31.08.2016)

http://www.b92.net/eng/news/politics.php?yyyy=2016&mm=08&dd=31&nav_id=99072

http://inserbia.info/today/2016/08/nikolic-vucic-to-meet-with-serb-leaders-in-bih-rs-thursday/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top