Registro Centrale delle fatture del settore pubblico: il progetto

Presso il Ministero delle Finanze il Tesoro ha emesso una richiesta di gara per la preparazione del progetto preliminare della soluzione tecnica adatta all’implementazione del Registro Centrale delle fatture del settore pubblico (progetto pilota).

L’idea è quella di stabilire un sistema unificato che tenga conto di tutti i crediti, quelli del settore pubblico verso il settore pubblico, quelli del settore privato e cittadini verso il settore pubblico, prima che il creditore invii una fattura o qualche altra forma di pretesa presso il debitore.

Come indicato nella documentazione di gara, il CRI registrerà sinistri assegnando un numero di riferimento unico (IDF) al richiedente per ciascun credito registrato. Sia il creditore che il debitore saranno obbligati a verificare se l’IDF esiste e la sua correttezza, sia nel Registro che nei loro registri ufficiali (l’inclusione dell’IDF in una fattura sarà obbligatorio). Inoltre, le istruzioni per il pagamento (ordine di pagamento) al debitore dovranno includere l’IDF. Il Registro raccoglierà tutte le informazioni necessarie da tutti i sistemi di pagamento, avendo così a disposizione tutte le informazioni necessarie sullo stato dei crediti registrati.

Il progetto dovrebbe portare a un sistema IT, al miglioramento delle applicazioni e all’accelerazione del processo di controllo di crediti, debiti e pagamenti.

La scadenza per la presentazione delle candidature è il 5 dicembre.

 

http://www.ekapija.com/website/en/page/1590541/Treasury-implementing-Central-Register-of-Public-Sector-Invoices
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top