Rapporto: Tra i paesi dei Balcani occidentali il Kosovo ha il più alto tasso di disoccupazione – La Serbia e l’Albania il più basso

Nel rapporto della Banca Mondiale e dell’Istituto di Vienna per gli studi economici internazionali sulle tendenze nei mercati del lavoro nei Balcani occidentali per il 2018, si osserva che la disoccupazione in Kosovo è la più alta tra i paesi dei Balcani ed è del 29%.

Nel rapporto si rileva che nei paesi dei Balcani occidentali, il tasso di disoccupazione è sceso dal 16,2% al 15,3%, che, secondo le stime di queste due istituzioni, è una storica riduzione della disoccupazione, riporta l’agenzia Beta.

Il tasso di disoccupazione varia dal 12% in Albania e in Serbia al 29% in Kosovo. Il tasso di occupazione dei giovani è migliorato

Si osserva inoltre che la regione si trova di fronte a una sostanziale riduzione a lungo termine della disoccupazione, da 1,5 milioni di disoccupati nel 2011 a 776.000 nel secondo trimestre del 2018.

Indipendentemente da questi sviluppi positivi, il tasso di disoccupazione rimane doppio o triplo rispetto ai paesi dell’Unione europea.

Le donne sono ancora le meno rappresentate nei mercati del lavoro, ma rappresentano “quasi la metà di questo aumento dell’occupazione”, afferma il rapporto.

Inoltre, il tasso di occupazione dei giovani sta migliorando, ma indipendentemente da questo, secondo il rapporto, circa il 50% dei giovani lavora ancora con contratti a tempo determinato.

http://balkans.aljazeera.net/vijesti/izvjestaj-na-kosovu-najvise-u-srbiji-i-albaniji-najmanje-nezaposlenih?fbclid=IwAR0V8crDDR-AmeydIo5vZOZvcEpcJBSOJ2IoHFc8nVuc7wZO71Vu7_sgzlo

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top