Radulovic: assicurazione sanitaria per tutti

Il ministro dell’economia Sasa Radulovic ha comunicato di aver preparato un piano d’azione per gli anni 2014-2015 in cui ha proposto che l’assicurazione sanitaria venga estesa a tutti i cittadini serbi a prescindere dal loro stato lavorativo o sociale.

In conferenza stampa Radulovic ha dichiarato che si tratta di un progetto che è parte della strategia per lo sviluppo dell’imprenditorialità e della concorrenza, con l’obiettivo di sanare alcuni limiti del contesto economico attuale. Il ministro ha detto che l’assicurazione sanitaria non può essere condizionata dai tempi di versamento dei contributi dei datori di lavoro. “Lavoreremo affinché i libretti sanitari siano validi per tutti. L’orientamento del ministero dell’economia è quello di offrire a tutti la possibilità di avere l’assicurazione sanitaria a prescindere dal loro status lavorativo, in virtù del loro essere cittadini serbi”, ha dichiarato Radulovic.

Il ministero dell’economia ha proposto che l’Ufficio nazionale per l’assicurazione sanitaria (RZZO) paghi gli assegni di maternità e Radulovic ha sottolineato che non è una buona pratica quella attuale, per la quale il datore di lavoro prima versa gli assegni di maternità per poi ottenere il rimborso dal RZZO.

Radulovic ha anche annunciato riforme nel campo dell’economia e dell’export, assieme alla promozione del commercio via internet. Inoltre vi sarà una riforma delle ispezioni, con l’obiettivo di combattere il lavoro nero.

Radulovic ha anche parlato della proposta di nuova legge sul lavoro dicendo che essa è nell’interesse di tutte le parti e che non comporterà una riduzione dei salari. Secondo il ministro essa è essenziale per la crescita economica e non può essere indirizzata solo verso il settore pubblico ma deve valere per tutti i lavoratori. Egli ha aggiunto che non è contro i sindacati e si è detto pronto a tornare al tavolo negoziale.

Radulovic ha anche comunicato che il ministero dell’economia nel 2013 ha risparmiato 4,6 miliardi di dinari, di cui 3,6 grazie alla riduzione dei sussidi all’economia. In dettaglio sono stati risparmiati 375 milioni di dinari di sussidi alle imprese pubbliche e 1,7 miliardi di sussidi alle imprese private. Sugli stipendi degli impiegati del ministero sono stati risparmiati 25 milioni di dinari.

Il ministro ha confermato che nel 2014 non vi saranno nuove sovvenzioni mentre i contratti di sovvenzione agli investimenti già firmati verranno regolarmente onorati.

(Mondo, 10.01.2014)

Sasa-Radulovic

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Leggi articolo precedente:
Frattini a Belgrado

In arrivo altri dollari emiratini per Belgrado?

Chiudi