Raddoppieranno a breve le tasse per il rilascio della patente di guida

Previsti nuovi emendamenti alla legge sulle tasse amministrative della Repubblica, dopo che avrà superato la procedura parlamentare. Secondo la normativa vigente, i cittadini che richiedono il rilascio della patente di guida sono tenuti ora a pagare una tassa di base di 480 dinari, mentre secondo le nuove disposizioni pagheranno fino a 1.100 dinari, riporta “Blic”.

Più specificamente, i conducenti hanno finora pagato un importo totale di 760 dinari, poiché nell’importo di base di 480 dinari è già inclusa la richiesta dalla  rubrica tariffaria relativa alle patenti di guida di 280 dinari.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Lo stesso vale per il rilascio del foglio rosa, per il quale i cittadini dovranno spendere 1.100 dinari anziché i precedenti 480. I cittadini pagheranno anche un importo significativamente maggiore per l’emissione di duplicati di una patente di guida nuova o del foglio rosa, che invece di 980 dinari costeranno loro 1.570 dinari.

Le nuove disposizioni non influenzeranno drasticamente gli stranieri, poiché tutti coloro che vogliono sostituire una patente estera con una serba pagheranno solo 360 dinari in più, invece di 8.510 queste tasse ammonteranno infatti a 8.870 dinari.

La buona notizia è che questa nuova tassa non inciderà sulla cancellazione di tutte le tariffe della parte tariffaria 41, che riguardano l’emissione di certificati di registrazione temporanea, l’emissione di cartoncini con la scritta “P” per i principianti, ecc.

Tale atto è attualmente definito “legge in procedura”, il che significa che, dopo essere stato approvato dal parlamento, entrerà in vigore otto giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2019&mm=10&dd=31&nav_id=1610884

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in foglio rosa, patente di guida, Serbia
donne
Serbia leader nella regione nell’uguaglianza di genere; al 24° posto nel mondo

L’Occidente sta spingendo i Balcani nelle mani di Mosca, Pechino e Ankara

Close