Quattro messaggi per serbi e albanesi da parte di Derek Chollet

I serbi dovranno accettare un certo livello di sovranità alla fine e il Kosovo deve concedere più autonomia ai serbi del Kosovo, soprattutto con la Comunità dei Comuni Serbi nel nord del Kosovo, ha detto il consigliere del Dipartimento di Stato americano Derek Chollet.

Chollet, che ha soggiornato nella regione negli anni ’90 come parte del team dell’allora Assistente Segretario di Stato Richard Holbrooke, ha visitato Belgrado e Pristina per la prima volta questa settimana, ora in qualità di consigliere speciale del Dipartimento di Stato.

 In un’intervista al Financial Times, il funzionario ha descritto l’approccio “passo dopo passo” come un potenziale percorso di progresso nel dialogo tra Belgrado e Pristina, o come una soluzione.

 Il primo passo sarebbe la normalizzazione delle relazioni tra Serbia e Kosovo, anche senza il pieno riconoscimento reciproco, come hanno fatto altri Paesi, ha detto Chollet.

Mentre i serbi dovranno accettare un certo livello di sovranità, il Kosovo deve concedere ai suoi cittadini di etnia serba una maggiore autonomia, in particolare permettere loro di formare la Comunità dei Comuni Serbi nel nord del Kosovo.

Dopo le ultime tensioni nel nord del Kosovo, Chollet ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno intensificando la pressione diplomatica su Belgrado e Pristina per evitare che “la violenza si diffonda”.

 “L’ultima cosa che ognuno di noi vuole in questo momento è una crisi in questa parte del mondo, dato che abbiamo la più grande crisi dalla seconda guerra mondiale non lontano da noi”, ha dichiarato Chollet, il quale ha anche detto che gli Stati Uniti non vogliono una diplomazia di crisi, ma piuttosto che Belgrado e Pristina inizino a concludere un accordo basato sulla proposta dell’Unione Europea.

Per quanto riguarda l’imposizione di sanzioni da parte della Serbia nei confronti della Russia, Chollet ha sottolineato che la Serbia non dovrebbe esitare nell’imporre sanzioni perché il comportamento della Russia nei confronti dell’Ucraina è stato imperdonabile.

Chollet ha anche detto che gli Stati Uniti vedono la Serbia come un partner costruttivo e che i due Paesi hanno numerosi interessi comuni su cui dovrebbero lavorare, tra cui l’energia e la diversificazione. “Sosteniamo gli sforzi della Serbia per diversificare le fonti energetiche, aumentare l’efficienza energetica e lavorare per una migliore connettività della regione, nonché per aumentare l’uso di fonti energetiche rinnovabili. Siamo in un momento cruciale per quanto riguarda le nostre relazioni”, ha concluso.

(Blic, N1, 15.01.2023)

https://www.blic.rs/vesti/politika/cetiri-poruke-dereka-solea-bajdenov-specijalac-dao-zadatke-i-ostavio-precizna/cgws7dm

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top