Quasi pronto il Parco tecnologico “NTP Nis”

La costruzione del Parco scientifico e tecnologico di Nis (NTP Nis), iniziata nel novembre 2018, è stata completata e sono in corso le ultime operazioni che riguardano attrezzature funzionali, mobili e apparecchiature necessarie.

Il valore dell’investimento nella costruzione e nell’allestimento del Parco è di 12,5 milioni di euro, ha dichiarato il direttore Milan Randjelovic a “eKapia”, aggiungendo che alcuni membri dovrebbero trasferirsi a luglio per iniziare a lavorare nella struttura, grande oltre 14.000 metri quadrati, già ad agosto.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Insieme all’investimento nella creazione dello “Startup Center Nis”, che entrerà a far parte della” NTP Nis”, alla costruzione del laboratorio multiuso della Facoltà di elettronica, l’investimento totale nello sviluppo dell’ecosistema innovativo supererà i 20 milioni di euro”, ha affermato Randjelovic.

Investitore è la Repubblica di Serbia, attraverso il Ministero dell’istruzione, della scienza e dello sviluppo tecnologico, mentre il progetto è stato gestito dall’Ufficio per gli investimenti pubblici del governo della Repubblica di Serbia. I fondi per la costruzione sono stati forniti da un prestito della Banca europea per gli investimenti mentre la città di Nis ha fornito supporto amministrativo e ha finanziato la costruzione e il miglioramento delle infrastrutture esistenti con propri fondi, per un valore di oltre un milione di euro.

Ad aprile è stato annunciato un bando pubblico per i futuri inquilini del Parco “NTP”, a cui hanno risposto 15 aziende di sviluppo tecnologico e 20 startup. Il bando è ancora valido e dopo la prima valutazione si è fatta viva un’altra startup, la cui procedura è ancora in corso.

“Dopo il processo di verifica amministrativa, la valutazione delle domande e i colloqui con una commissione di esperti, che consiste di decani della Facoltà di Elettronica ed Economia e di tre uomini d’affari di successo con esperienza nel campo dell’IT e dello sviluppo di prodotti innovativi, 12 progetti di sviluppo tecnologico e 19 startup sono stati selezionati per far parte del Parco “NTP”, afferma Randjelovic.

Lo stesso ha aggiunto che i primi membri sono un gran numero di startup, ma anche aziende di sviluppo tecnologico che sono già leader nel mercato e si distinguono per la qualità dei loro prodotti e servizi; il loro obiettivo è quello di utilizzare i prossimi tre anni per iniziare o continuare a lavorare sullo sviluppo di progetti innovativi.

Tra questi ci sono il Centro di ricerca e sviluppo “Sentronis”, che sviluppa e produce strumenti ad alta tecnologia per misurare campi magnetici e correnti elettriche ed è anche noto per la produzione dei migliori teslametri 3D al mondo, quindi “VERIEST e VTOOL”, che progettano e sviluppano chip da dieci anni.

“Dal mondo dei giochi, c’è la “Webelix”, che Google supporta attraverso il suo programma di accelerazione tra 10 società europee, e lo studio di giochi “Sozap”, il cui gioco mobile “Armed Heist” ha oltre 10 milioni di giocatori attivi in ​​tutto il mondo. Uno dei progetti da sviluppare nel Parco è anche “RoboShepherd”, un prototipo di un robot pastore che sarà in grado di portare il bestiame al pascolo al posto degli umani. Questo progetto innovativo è il risultato della collaborazione tra la società “Comin-Computer Engineering” e la Facoltà di ingegneria meccanica di Nis”, afferma Randjelovic.

I membri situati al primo piano della struttura sono anche aziende startup di vari settori con un enorme potenziale.

Tra questi ci sono la “innSono”, che sviluppa tecnologie di elaborazione del suono basate su metodi di intelligenza artificiale, “Hola Systems”, che sviluppa dispositivi interattivi e sistemi intelligenti, e “CarSync”, che sta già testando la sua idea di condivisione di veicoli e una piattaforma di utilizzo migliore nella Silicon Valley.

“La parte dei giochi è rappresentata da “ITC Studio”, che è generalmente impegnato nello sviluppo di contenuti multimediali VR, ma ora è focalizzato sui giochi VR nel campo delle simulazioni sportive, e il giovane team della “ServerBytes”, la cui piattaforma con un set illimitato di funzionalità cerca di semplificare il lavoro per gli sviluppatori di giochi, come un WordPress per lo sviluppo dei videogiochi”, ha concluso Randjelovic.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2020&mm=06&dd=08&nav_id=1692857

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top