Quanti metri quadrati si comprano nella regione con 100.000 euro?

Con 100.000 euro al centro di Belgrado si può comprare un appartamento di 55 metri quadrati. Con la stessa cifra a Ljubljana si può appena comprare una garconiere, come anche a Zagabria, mentre a Banja Luka con 100.000 euro si compra un appartamento di 85 metri quadrati.

Secondo lo studio di Blic, in nessuna delle sei città principali dei paesi dell’ex Jugoslavia si può comprare un appartamento a meno di 1000 euro al metro quadro. Ljubljana è la più costosa con un costo medio di 2.600 euro al metro quadrato, seguita da Zagabria con 2.300 euro, quindi Belgrado con 1.800 euro. Nel centro di Tirana un metro quadrato costa 1.600 euro ma già nelle immediate vicinanze del centro cala a 600 euro. A Podgorica e a Sarajevo per 100.000 euro si può comprare un appartamento di 66 metri quadrati. A chiudere la classifica Skoplje con una media di 1.250 euro e Banja Luka con 1.170 al metro quadrato.

Si assiste a un paradosso: tra tutte le otto città analizzate Belgrado è la terza più costosa ma la terz’ultima per reddito dopo Skopljie e Tirana. Con appena 380 euro di salario medio netto nazionale, la capitale della Serbia ha il terzo mercato immobiliare più costoso della regione. “Il mercato non segue le logiche della popolazione, ma le richieste della domanda. Ho una cliente disposta a investire 300.000 euro per un appartamento a Vracar o a Stari Grad purché si trovi in una nuova construzione e fornito di ascensore, di garage e di cantina. Gliene abbiamo mostrati vari ma nessuno di essi è piaciuto. E se si trova qualcosa, allora risulta costoso. Ecco la logica del mercato”, afferma Nedeljko Malinović dell’agenzia immobiliare Lagat.

Per i cittadini invece il calcolo è il seguente: per un appartamento da 55 metri quadrati in centro a Belgrado dal costo di 100.000 euro con un salario medio mensile di 380 euro potrebbe ripagarlo in 21 anni e 9 mesi, ipotizzando che destini a questo l’intero salario. Più di noi devono lavorare solo i macedoni, 4 anni in più. Gli sloveni, con uno stipendio medio di 1.000 euro, potrebbe ripagare un appartamento in centro della loro capitale in soli 8 anni e 3 mesi mentre i croati ci metterebbero 11 anni e 5 mesi.

A Novi Sad, seconda città del paese, un metro quadrato al centro costa attorno ai 1.200 euro mentre a Nis si scende a 1.000 euro.

(Blic, 23.07.2014)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top