Quali sono davvero le relazioni tra Serbia e Russia?

Il Presidente della Duma Vyacheslav Volodin è arrivato in Serbia solo dopo cinque giorni che un cittadino russo è stato ferito e arrestato in Kosovo.

Volodin è a Belgrado per la quarta sessione della Commissione per la Cooperazione tra la Duma e il Parlamento serbo, la cui precedente sessione si tenne a Mosca lo scorso ottobre.

A Belgrado, Volodin  e le sue controparti serbe discuteranno dello sviluppo delle relazioni bilaterali in campo politico, economico e umanitario, come anche “della cooperazione sulle piattaforme internazionali, tenendo presenti le minacce e le sfide del presente”.

Politica, sicurezza ed economia: i punti in discussione

Ma quali sono le reali relazioni tra Serbia e Russia su queste tematiche?

La Russia è tra i donatori più trascurabili con appena  44.971 euro per attrezzature militari lo scorso anno, mentre gli investimenti russi rappresentano solo il 10% del totale nell’economia serba.

Per quanto concerne la sicurezza, una delle questioni aperte è lo status diplomatico del centro congiunto si pronto intervento di Niš. In generale, i serbi hanno un’attitudine positiva verso la Russia e molti di essi sostengono l’idea che ai dipendenti del Centro venga riconosciuto lo status diplomatico, secondo quanto emerge da una ricerca condotta dall’Istituto per gli Affari Europei. Sebbene si supponga che la Serbia e la Russia abbiano forti legami militari, tra il 2005 e il 2017 sono stati firmati solo due accordi militari, entrambi nel 2014. Per quanto riguarda le donazioni verso l’esercito serbo, la Federazione Russa occupa il sesto posto della classifica nel periodo considerato: “Entrambe le donazioni sono state effettuate a favore del Comando supremo delle forze armate serbe. Una donazione riguarda l’aiuto a eliminare di conseguenze di disastri naturali per 23.000 euro, mentre la seconda è consistita in un set di dieci paracadute per un totale di 21.971 euro”, evidenzia il rapporto.

Vi è una forte percezione tra la cittadinanza serba che il paese fruisce di grandi benefici economici dalla Russia ma i dati dell’Ufficio Statistico nazionale dimostrano che le esportazioni serbe verso i paesi dell’ex Jugoslavia consistono nel quadruplo rispetto a quelle verso la Federazione Russa. Negli ultimi dieci anni gli investimenti russi in Serbia sono stati pari a 4 miliardi di dollari, mentre i paesi dell’Unione europea hanno investito 15 miliardi di euro.

Sebbene il valore dell’interscambio commerciale tra i due paesi sia abbastanza alto se misurato in termini di controvalore, in sostanza esso si riduce quasi solo alle importazioni di greggio.

I serbi amano i russi, ma a distanza

Il 20% dei cittadini intervistati dichiarano di essere più positivamente propensi verso la Russia di sei anni fa secondo una ricerca dell’Istituto Nazionale per la Democrazia di Washington dal titolo ” I Balcani occidentali tra est ed ovest”. In ogni caso gli ultimi risultati della ricerca “Perché le persone vogliono abbandonare la Serbia?” dimostrano che l’85% dei cittadini serbi vogliono emigrare verso i paesi occidentali e solo il 2% verso la Russia.

(Naslovi.net, BBC Srbija, 03.06.2019)

https://naslovi.net/2019-06-03/bbc-news/predsednik-dume-povredjeni-rus-i-rublje-beograd-i-moskva-u-100-i-300-reci/23504343

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Read previous post:
#1su5milioni: “Non ci sono le condizioni per elezioni libere e trasparenti”

La Serbia chiede quasi mezzo miliardo per Komercijalna Banka

Close