Putin: incrementeremo le forniture di gas alla Serbia

Manifestazioni di apprezzamento tra Vladimir Putin e il Presidente serbo Aleksandar Vucic sono seguite martedì all’annuncio che ha reso pubblica la decisione da parte di Mosca di incrementare il volume delle forniture di gas alla Serbia l’anno prossimo.

Vucic, un ex ultranazionalista e un tempo stretto alleato del defunto Slobodan Milosevic, è costretto ad esibirsi in un attento e costante gioco di equilibrio tra Mosca e l’Europa, mentre spinge il suo paese verso l’adesione all’UE. L’ex primo ministro serbo, che è stato eletto presidente lo scorso aprile, ha ringraziato Putin per il suo sostegno e ha confermato per l’ennesima volta che la Serbia non introdurrà “mai” alcuna sanzione contro la Russia, riferendosi alle sanzioni UE e USA contro Mosca per il suo coinvolgimento nella crisi ucraina.
“Grazie al sostegno e ai doni che il presidente russo ci ha inviato, siamo stati in grado di mantenere il nostro status di neutralità militare”, ha sottolineato Vucic al termine dei colloqui al Cremlino. “In senso politico, la Serbia sarà sempre grata a Putin per molte cose che sono importanti per noi”.
Putin, da parte sua, ha dichiarato che la Russia è pronta a continuare “un intenso dialogo politico” e ad accrescere le forniture di gas alla Serbia fino a 3,5 miliardi di metri cubi all’anno entro il 2022.
La Serbia dipende infatti dalla Russia per quasi tutto il suo gas naturale. Le forniture di gas della Russia verso la Serbia saranno aumentate a 2 miliardi di metri cubi dal prossimo anno, ha reso noto il gigante russo Gazprom, dopo aver mutato l’attuale accordo di fornitura con la Srbijagas di Serbia. Le forniture di Gazprom hanno raggiunto 1,75 miliardi di metri cubi a partire dal 15 novembre, ha comunicato la compagnia.
Il mese scorso, la Russia ha criticato aspramente il verdetto di ergastolo a carico dell’ex comandante militare serbo bosniaco Ratko Mladic per genocidio, definendolo un verdetto di parte, che potrebbe compromettere gli sforzi di riconciliazione nei Balcani.
(France 24, 19.12.2017)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top