Pulizia nei ranghi dell’SNS prima delle elezioni

Secono il quotidiano Vecernje Novosti, il primo ministro e leader del partito del progresso serbo (SNS) Aleksandar Vucic si è deciso a sostituire alcuni alti funzionari del partito che al contempo occupano posizioni al vertice dello Stato. Per questo motivo a inizio del prossimo anno si dovrebbero verificare importanti cambiamenti nel partito come anche nella compagine di governo.

A fine settembre si saprà se Vucic si orienterà verso le elezioni anticipate o verso altre soluzioni per azzerare certi personalismi nel governo. Allo stesso tempo i progressivi stanno riesaminando le attuali relazioni con i partner di coalizioni, in particolare con i socialisti. Alcuni alti funzionari dell’SNS, che ricoprono anche ruoli di governo, hanno dichiarato al quotidiano che è opportuno procedere alla “pulizia” del partito.

La vicepresidente del partito e ministra delle infrastrutture Zorana Mihajlovic dichiara che è necessario tenere un’assemblea dle partito e misurare i lavoro e l’impegno di ciascuno. “E’ ancora pià importante ora che siamo al governo avere nuove leve che portano nuove energie”, ha affermato.

Il vice presidente del partito e ministro della difesa Branislav Gasic ha detto che è sempre un bene rinfrescare i ranghi: “Vucic sceglie la sua squadra nel partito come nel governo e tocca a lui valutare chi ha lavorato e di chi è soddisfatto. Questo è il miglior metodo per valutar ei risultati, compresi i miei”.

Il vice presidente del partito e ministro degli interni Nebojsa Stefanovic ha dichiarato che vi saranno cambiamenti nel vertice del partito perchè “l’SNS desidera dimostrare che le cose più importanti sono l’impegno e la responsabilità”.

Venerdì si terrà il Presidium dell’SNS per discutere dell’attuale situazione politica.

(Vecernje Novosti, 08.09.2015)

Share this post

scroll to top
More in Aleksandar Vucic, Branislav Gasic, governo Vucic, Nebojsa Stefanovic, Partito del Progresso Serbo, SNS
“Il settore pubblico in Serbia dovrebbe ridursi da 680.000 a 120.000 dipendenti”

La ceca “Mitas” investe 3,5 milioni di euro, lavoro per 250 persone a Ruma
Close