Prossimamente in Serbia elettricità prodotta dal gas

Le società Gazprom Enery Holding e NIS, all’inizio del prossimo anno avvieranno la costruzione di una centrale termoelettrica a Pancevo, che produrrà calore ed energia elettrica con una capacità di 200 megawatt.

All’inizio del prossimo anno, Pancevo non si limiterà più a trattare il petrolio e a produrre i derivati, ma inizierà anche a produrre elettricità e calore. La società Gazprom Energy Holding, società controllata da Gazprom, nei primi mesi del 2019 inizierà con la costruzione della centrale termoelettrica, che produrrà tutta l’energia elettrica dal gas. Il piano è di completare i lavori nella centrale nel terzo trimestre del 2020 e di farla estendere su due ettari di terreno.

Si tratta di un progetto congiunto tra Gazprom Energy Holding (che è tra i dieci principali produttori europei di energia elettrica) e l’Industria petrolifera di Serbia, dove il partner russo avrà una quota di maggioranza del 51% e la parte serba una quota del 49%.

Per gestire il progetto è stata fondata una filiale al 100% serba, “Srpska generacija” – Novi Sad – TE-TO Pancevo. L’accordo su questo grande progetto energetico, è la conferma che le società petrolifere si stanno sempre più rivolgendo alla produzione di energia elettrica, principalmente dal gas ecologicamente puro. L’accordo è stato firmato nel giugno 2015, nell’ambito del forum economico internazionale di San Pietroburgo. Lo scopo sarebbe che il calore e l’energia prodotta dalla centrale venga utilizzata anche dalla raffineria di Pancevo, e che tutti i surplus di energia elettrica vengano venduti nei mercati nazionali ed esteri.

Dal momento che il mercato dell’energia elettrica serba è aperto e che ogni consumatore può scegliere da chi acquistare l’energia elettrica, quando la costruzione sarà completata, l’economia e le famiglie saranno in grado di scegliere NIS e “Gazprom Energy Holding” come fornitore. Questo sarà possibile perché il prezzo dell’elettricità derivata dal gas sarà molto più competitivo.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Nell’ottobre dello scorso anno, la società “Shanghai Electric Group” ha ottenuto il lavoro di costruzione della centrale. La capacità installata del generatore di vapore sarà di 200 megawatt e sarà costituito da due turbine a vapore, due caldaie per la produzione di calore e una turbina a vapore.

Quello che rende il progetto particolare è che tali aggregati presentano notevoli vantaggi economici ed ecologici rispetto alla tradizionale produzione di energia cattraverso il carbone. In particolare, quando l’energia elettrica viene prodotta dal carbone nero, si formano tonnellate di rifiuti e vi è una maggiore emissione di ossidi di zolfo nell’aria.

Il direttore della direzione per la costruzione della centrale termoelettrica “Prvomajska” nella parte sud-occidentale di San Pietroburgo, Mikhail Odrzivojski, ha confermato che la società russa Gazprom Energy Holding ha molta esperienza in questo campo, e che la centrale a Pancevo sarà costruita sul modello della centrale di San Pietroburgo.

Questa centrale termoelettrica russa da più di undici anni produce elettricità e calore dal gas. Prima andava a carbone, ma dopo la modernizzazione la capacità di questa centrale è stata aumentata da 300 a 360 megawatt. Oggi la centrale rispetta tutti gli standard di qualità ecologici. Con la sostituzione delle attrezzature obsolete automaticamente è aumentata l’affidabilità della fornitura di energia elettrica e del calore, e, soprattutto, si è ridotto l’inquinamento ambientale a San Pietroburggo, e nel Golfo di Finlandia.

Solo un blocco della centrale per ora consuma 47.000 metri cubi di gas, e in questo modo riesce a riscaldare più di 500.000 famiglie a San Pietroburgo. Mikhail Odrzivojski sottolinea che il gruppo Gazprom, con la fondazione, nel 2007, della più grande holding di energia elettrica in Russia, ha lanciato un grande investimento nel settore energetico, ovvero nella produzione di energia elettrica e termica dal gas. Oggi questo gruppo dispone di 80 centrali elettriche con una potenza elettrica totale di circa un sesto dell’intera industria energetica russa.

http://www.politika.rs/scc/clanak/414843/Struja-iz-gasa-uskoro-u-Srbiji?fbclid=IwAR12Zq1W9QCiNfXJhRdAxu7Hx3B3Mw-ec_ZZE8yLs6biCcEpPk4QIzWv8ak

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top