Proposta del Quint: “Kosovo ONU e Serbia UE”

Quint a Washington, Thatchi a Berlino, l’inviato informale della cancelliera Merkel Ginter Krihbaum a Belgrado, il Presidente Aleksandar Vucic di ritorno da Mosca, e l’assemblea SPC senza alcuna proposta. Questa è la scenografia per il dramma del Kosovo, che, senza dubbio è molto in alto nell’agenda dei Paesi occidentali.

La Serbia ritiene che è necessario risolvere il problema del Kosovo sopratutto per il bene delle generazioni future, ma senza che Pristina ottenga tutto e Belgrado invece perda tutto.

I direttori politici per i Balcani occidentali di cinque paesi occidentali, Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna, Francia e Italia, hanno tenuto una consultazione sulla fase finale del dialogo tra Belgrado e Pristina, che dovrebbe avvenire nei prossimi mesi e può risultare in un accordo sulla normalizzazione delle relazioni.

Secondo informazioni non ufficiali, la formula su cui si dovrebbe basare l’accordo sarebbe: Kosovo ONU e Serbia UE. Un pessimo accordo, secondo le interpretazioni non ufficiali, sarebbe una divisione del Kosovo, il che significherebbe la creazione di qualcosa come la Republika Srpska.

La Chiesa Ortodossa Serba si oppone alla divisione del Kosovo. La sua posizione dovrebbe essere intesa come una consultazione, in quanto la chiesa non dovrebbe occuparsi di questioni di stato, ma la chiesa ha deciso comunque di far sapere la propria opinione proprio perché sa di avere forte influenza sulla gente.

Il Presidente Vucic ha parlato nei giorni scorsi con il Presidente Vladimir Putin. La Serbia si aspetta da Putin non solo il supporto, che include la possibilità di porre il veto al Cgansiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in caso di una risoluzione sfavorevole agli interessi della Serbia, ma anche di esporre la sua posizione, dal punto di vista del diritto internazionale, a tutte le istituzioni e organizzazioni internazionali.

(http://www.politika.rs/scc/clanak/403530/Predlog-Kvinte-Kosovu-UN-Srbiji-EU)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Aleksandar Vucic, Kosovo, Quint
lamponi sfumato accordo
L’indiana Mahindra interessata a mele e lamponi della Serbia

Ana Brnabic Primo Ministro: reazioni in Parlamento
Brnabic: “Kosovo e Metohija sono l’argomento più importante, il rimpasto del Governo può attendere”

Close