Pronta una quarta versione della Risoluzione ONU su Srebrenica

La Radio Televisione Serba ha comunicato che questa mattina è arrivata in Serbia la quarta versione della bozza di Risoluzione ONU promossa dalla Gran Bretagna in merito al massacro di Srebrenica.

Questa versione è arrivata meno di 24 ore dopo che era stata resa pubblica la terza versione della Risoluzione, la quale condannava il genocidio ma riconosceva che a Srebrenica e nei suoi dintorni, come anche in tutta la Bosnia Erzegovina vi erano state vittime innocenti da tutte le parti, dichiarando che tutte le parti avevano sofferto vittime di violenza sessuale ma cassava il passaggio della versione precedente che parlava di “decine di migliaia di vittime, donne, ragazze, uomini e bambini” vittime di violenza sessuale nel corso degli scontri in Bosnia Erzegovina.

Il quotidiano Politika ha contato che nella terza vesione la parola genocidio ricorreva 26 volte invece che 35 come nella versione precedente mentre la parola “riconciliazione” era passata da 3 a 5 presenze. Sulla terza versione il ministro degli esteri della Serbia Ivica Dacic aveva dichiarato che essa non era accettabile perché “non rendeva giustizia a tutte le vittime”. Secondo Dacic la proposta di Risoluzione su Srebrenica tende a ridurre “l’intera tragedia della guerra a un singolo episodio o crimine”.

La Risoluzione dovrebbe essere adottata dall’ONU nella seduta del 7 luglio prossimo in commemorazione dei vent’anni del massacro di Srebrenica, dove furono soppressi dalle milizie serbo-bosniache circa 8000 civili bosniaci mussulmani espulsi dal campo di accoglienza di Potocari gestito dalla forza di protezione ONU olandese.

(N1, 02.07.2015)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Leggi articolo precedente:
La Serbia sarà comunque rifornita dal gas russo
La metà dei serbi sostiene l’adesione all’UE mentre il 37% è contro
Chiudi