I progetti per il nuovo volto di Belgrado

I famosi luoghi di incontro a Belgrado, Trg Slavija e Vukov Spomenik, assumeranno presto un nuovo volto. Sebbene la popolazione di Belgrado nutra maggiore interesse nei confronti di questi luoghi, nell’insieme dei progetti pianificati per la città si tratta solo di una piccola parte dei lavori previsti.

L’Agenzia pubblica per lo sviluppo territoriale di Belgrado (Belgrade Land Development Public Agency) ha presentato i grandi progetti in corso o in via di attuazione un mese fa. Tra questi si annoverano la posa delle rotaie per tram sul ponte Ada, la costruzione di un passaggio per tram e filobus in Dunavska, i lavori di rifacimento di Terazije Terrace, un ponte ad Ada Huja, lo sviluppo di Trg Republic, la ricostruzione del ponte Old Sava.

Belgrado Waterfront

I piani includono la ricostruzione del Ponte Old Sava, la costruzione di vie di accesso al Belgrado Waterfront, binari del tram sul ponte Ada (secondo l’agenzia, il contratto di appalto dovrebbe essere firmato a metà dicembre) e la costruzione del tunnel Savska Padina-Dunavska Padina.

La futura galleria, che collegherà l’anfiteatro Sava e la zona costiera del Danubio, inizierà ad essere definita nella primavera del 2017. Due soluzioni concettuali (con elementi di un piano preliminare), la cui preparazione è stata avviata ai primi di ottobre, saranno rivelate entro quella data. Il lavoro è stato assegnato a CES COWI Belgrade, insieme agli offerenti Geo-dita Belgrade e Makspro Belgrade. L’Agenzia punta ad iniziare i lavori entro la primavera 2018, affinché il tunnel possa essere completato entro il 2021. L’importo del progetto ammonta a circa 110 milioni di euro (IVA esclusa).

“Outer”

Questa sezione comporta un ponte sul Danubio da Ada Huja a Pancevo Road, lo sviluppo di Patriarca Pavle Street (per la quale è stato preparato il piano), lo sviluppo di Borska Street (al fine di, tra le altre cose, risolvere il problema della congestione del traffico nel quartiere di Stepa Stepanovic) e di Pere Velimirovica Street, così come della tangente esterna dall’autostrada a Kralja Aleksandra Blvd.

“Identity-mobility-ecology”

Il progetto include diverse attività nel centro di Belgrado. La prima parte comprendente lo sviluppo di Kosančićev Venac e Obilicev Venac è stata completata e la seconda fase dovrebbe partire in questi giorni. Inoltre il progetto prevede lo sviluppo di Karadjordjeva Street (dal Ponte di Branko a Pariska Street), lo sviluppo del terminal portuale nei pressi di Karadjordjeva Street, la costruzione di una passerella lungo Sava Wharf e lo sviluppo di Marsala Birjuzova e Sremska.

Bisogna considerare inoltre il progetto che prevede la trasformazione di Trg Republike in zona pedonale (che consenta però il transito a mezzi di trasporto pubblici e biciclette) e l’espansione di Makedonska e Kolarceva. Il concorso per lo studio di preparazione della documentazione tecnica si è appena concluso (il termine di presentazione delle candidature era fissato al 2 novembre), e il vincitore dovrebbe essere rivelato entro la fine del mese. Il progetto prevede anche lo sviluppo di  Terazije Terrace e Nusiceva.

“Slavija e Vracar”

La costruzione della tanto attesa fontana in Piazza Slavija è stato assegnata allo studio PMC Engineering (a seguito di una denuncia e della sospensione temporanea della gara), e il City manager Goran Vesic ha annunciato che i lavori potrebbero iniziare questo mese. Questa sezione comporta anche lo sviluppo di Piazza Slavija fino a Kataniceva, così come lo sviluppo di Bora Stankovic.

“I parchi e le piazze”

I grandi progetti di sviluppo del territorio includono la ricostruzione di passaggi sotterranei (il bando di gara è stato pubblicato alcuni giorni fa), la ricostruzione di Bezistan (bando per la progettazione concettuale in corso), lo sviluppo della zona intorno Vukov Spomenik e il parco adiacente l’Hotel Jugoslavia. La zona circostante Vukov Spomenik dovrebbe essere integrata con il parco esistente, con alberi e aree verdi conservate e fioriere e la restante area arricchita di ulteriore verde. Un bando pubblico per la preparazione della documentazione tecnica è in corso, e l’apertura delle offerte è stata fissata per il 30 novembre 2016. A condizione che tutte le fasi siano completate entro il termine, i lavori dovrebbero iniziare nel luglio 2017. Il futuro aspetto del parco adiacente l’Hotel Jugoslavia sarà rivelato il prossimo anno, e la gara per la preparazione della documentazione tecnica è in corso. L’accordo con i progettisti sarà firmato il prossimo dicembre.

“La ricostruzione delle vie di circolazione”

Questa sezione comprende quattro grandi lavori – la ricostruzione del ponte di Branko, ricostruzione di Kneza Milosa (da Kralja Aleksandra Blvd a Nemanjina), la ricostruzione di Francuska e la ricollocazione del mercato all’aperto (popolarmente chiamato “Il mercato delle pulci”) dal Block 42 a Nuova Belgrado. il mercato delle pulci rimarrà in zoma, ma la nuova collocazione non è stata ancora determinata. 

“Block 42”

I piani dell’Agenzia includono anche il Block 42, vale a dire la stazione degli autobus e i terminal. Secondo il sindaco Sinisa Mali, la costruzione dovrebbe iniziare in primavera.

“Prokop”, “Danubio”

Tra i progetti previsti vi è quello per lo sviluppo della via di accesso alla stazione di Prokop, così come la costruzione del terminal degli autobus presso Dunavska, che ne consentirà il trasferimento da Studentski Trg.

E’ previsto inoltre il completamento del progetto di collettori-intercettori (la costruzione delle sezioni rimanenti) come anche della costruzione di una stazione di drenaggio nella zona di Veliko Selo e un altro collettore (Servizio di Emergenza – Venizelosova).

(eKapija, 07.11.2016)

http://www.ekapija.com/website/en/page/1590263/Construction-of-bridges-squares-tunnels-garages-eKapija-investigates-which-projects-Belgrade-is-looking-at

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top