Produzione industriale scesa del 16,6% in aprile; una ripresa solo parziale a maggio

A causa della pandemia la produzione industriale, il commercio estero e i consumi interni in Serbia nel mese di aprile sono diminuiti in modo significativo su base continuativa e su base annua. I trasporti, così come i servizi turistici e di ristorazione sono fermi e la ripresa della produzione industriale a maggio sarà solo parziale, hanno evidenziato gli autori del bollettino economico “Analisi e tendenze macroeconomiche” (MAT).

“L’effetto negativo del virus sulla dinamica della produzione industriale ha superato l’impatto della crisi economica del 2008”, afferma ancora il nuovo numero di MAT.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il settore in cui si è verificato un declino della produzione industriale totale è l’industria di trasformazione, con un declino su base annua del 19,9% in aprile e dello 0,6% nel periodo gennaio-aprile.

L’energetica è diminuita dello 0,9% su base annua ad aprile e del 4,6% nel periodo gennaio-aprile. L’estrazione mineraria ha avuto un calo simbolico della produzione dello 0,1% in aprile e nel periodo gennaio-aprile ha mantenuto un aumento del 6,6%.

Un incremento su base annua, sia in aprile (2,1%) che nel periodo gennaio-aprile (4,6%), ha avuto solo la produzione di energia, tutti gli altri settori hanno registrato un calo della produzione su base annua ad aprile e cumulativamente.

La produzione di autoveicoli e rimorchi è stata ridotta dell’84% su base annua ad aprile, e la Fiat di Kragujevac sta affrontando non solo una mancanza di domanda, ma anche una mancanza di parti di produzione, hanno sottolineato gli autori di MAT.

Si stima come probabile un parziale recupero della produzione industriale a maggio, come indicato dai risultati delle indagini condotte su oltre 1.300 aziende in Serbia.

Un gran numero di aziende ha annunciato che lavorerà con due terzi o metà della capacità totale (industria metalmeccanica, industria tessile), qualcuno con una capacità minima o non inizierà affatto (produzione di autoveicoli e parti per l’industria automobilistica, la maggior parte dell’industria del mobile, parte della produzione di elettrodomestici).

“La ripresa non può che essere parziale, non solo a causa della domanda nel Paese, ma soprattutto a causa dei problemi nei Paesi che sono le nostre principali destinazioni di esportazione e nei Paesi che forniscono i materiali per l’assemblaggio”, concludono gli autori di MAT.

https://www.danas.rs/ekonomija/mat-pad-industrijske-proizvodnje-u-aprilu-166-odsto-samo-delimican-oporavak-u-maju/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in MAT, pandemia
Debito pubblico serbo in aumento di 370 milioni di euro anche prima della pandemia

Non sono previsti aumenti per le vacanze nonostante la pandemia

Close