Sombor: nuova fabbrica della bengalese “Pretty Group”

L’azienda bengalese “Pretty Group”, che opera nel settore dell’industria tessile, assume 17.000 operai e ha un fatturato annuale di circa 160 milioni di euro, ha annunciato l’apertura di una fabbrica a Sombor, in Vojvodina, nella quale potrebbero trovare lavoro 1.100 cittadini.
L’Assemblea Comunale di Sombor ha deciso di formare un gruppo di lavoro per elaborare uno studio di fattibilità per i terreni che si trovano nella zona industriale e che saranno concessi senza compenso, il che ha già provocato vari commenti del pubblico.
L’investitore bengalese intende investire 16 milioni di euro, nonché installare macchinari moderni in un capannone di 15.000 metri quadrati ed assumere 1.100 persone. Il fatturato annuale previsto è pari a 26 milioni di euro. Il piano dell’azienda bengalese è esportare tutti i prodotti nel mercato europeo, mentre il motivo principale per questo investimento è il livello salariale che in Serbia risulta più basso rispetto ai paesi vicini, nonchè il sostegno che il Governo serbo concede agli investimenti esteri greenfield.
Inoltre, una delle richieste della “Pretty Group” è quella di operare in relazione al sistema delle zone franche, per cui la speranza è che le autorità locali creino un ambiente favorevole per la fabbrica futura. 
Inoltre, anche gli investitori cinesi sono interessati alla zona industriale di Sombor. Infatti,  “Longyuing Investment and Menagement” – LIM, conglomerato che rappresenta 150 aziende di Shanghai, intende ad investire nel parco industriale a Sombor. 
(Dnevnik, 11.07.2016.)

Share this post

scroll to top
More in industria tessile, investimenti, investimenti esteri, occupazione, Vojvodina
Esenzioni fiscali non necessarie per investimenti in Serbia

Serbia al primo posto per rapporto qualità-costo del lavoro

Close