Presto solo con la carta d’identità in tutta la regione

Secondo il Piano per l’istituzione del nuovo mercato regionale, l’anno prossimo dovrebbero essere istituiti dei “corridoi verdi” ai confini dei Paesi della regione balcanica. Inizialmente consentiranno a merci deperibili come frutta, verdura, carne e prodotti trasformati di attraversare il confine più rapidamente, nonché lo sdoganamento delle stesse a qualsiasi ora del giorno o della notte sette giorni su sette.

Serbia, Montenegro, Albania, Macedonia del Nord dovrebbero concordare in quali valichi di frontiera le procedure saranno notevolmente ridotte, nonché regolamentare un sistema che dal 2021 al 2022 consentirà ai cittadini di tutti questi Paesi di viaggiare solo con la carta d’identità.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Dal 2022 dovrebbe essere istituito anche un sistema che consentirà il riconoscimento reciproco dei diplomi di infermieri, medici, dentisti, farmacisti, architetti e veterinari, e successivamente di tutti gli altri.

Tra il 2022 e il 2024, dovrebbe essere poi istituito un quadro normativo per il sistema di pagamento unico e nel 2023 dovrebbe essere stabilita una sorta di cooperazione tra gli organismi che si occupano di appalti pubblici e si dovrebbe garantire un sistema per consentire ai certificati, compresi quelli veterinari, di essere riconosciuti in tutti i Paesi oltre che alle frontiere.

https://www.b92.net/biz/vesti/region.php?yyyy=2020&mm=11&dd=16&nav_id=1764582

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Albania, carta d'identità, corridoi verdi, Macedonia del Nord, merci, Montenegro
schengen
I vantaggi della “mini Schengen”

Tra Serbia e Albania solo con la carta d’identità

Close