Prestito di 80 milioni di euro dalla BERS per i parchi scientifici e tecnologici

La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) ha confermato di aver firmato un contratto di prestito di 80 milioni di euro con la Serbia, che sarà utilizzato per finanziare l’espansione della rete di parchi scientifici e tecnologici (PST) nel Paese.

Il prestito della BERS sosterrà lo sviluppo di nuovi parchi tecnologici a Niš, Čačak, Kruševac e il parco tecnologico Bio 4 di Belgrado, nonché l’espansione delle strutture esistenti, ha dichiarato la BERS in un comunicato stampa.

“Questo progetto contribuirà a sostenere lo sviluppo regionale e a trattenere i talenti e l’imprenditorialità in Serbia, in quanto fornirà infrastrutture commerciali fondamentali per l’incubazione e la crescita di start-up e imprese innovative nel Paese”, ha dichiarato il direttore della BERS per i Balcani occidentali, Matteo Colangeli.

Gli uffici saranno affittati principalmente a PMI, imprenditori e start-up che si concentrano sull’innovazione e sullo sviluppo della tecnologia. Nell’ambito del progetto sarà sostenuto anche l’avvio di un programma di tirocini nei PST.

La Serbia dispone già di quattro parchi tecnologici e di un incubatore, che ospitano circa 180 aziende innovative, ma i parchi tecnologici esistenti si stanno avvicinando alla piena capacità in termini di spazio in affitto e il potenziale per attrarre e ospitare altri inquilini è sempre più limitato, ha osservato la BERS.

(Beta, 17.06.2023)

https://beta.rs/content/184961-vlada-srbije-i-ebrd-potpisali-ugovor-o-kreditu-od-80-miliona-evra-za-tri-ntp-a-i-bio4-kampus

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top