Presidenza Vucic rafforzerà democrazia illiberale in Serbia

Dopo aver vinto al primo turno le elezioni presidenziali il 2 aprile, Aleksandar Vučić è salito alla Presidenza della Serbia il 31 maggio, un giorno dopo aver rassegnato le sue dimissioni dalla carica di primo ministro.

Vučić ha precedentemente guidato il governo della Serbia dal 2014, perseguendo il cammino dell’integrazione europea, ma, allo stesso tempo, attirando forti critiche per il suo stile di governance all’interno.

La domanda fondamentale, ora, è come la presidenza di Aleksandar Vučić influenzerà lo stato della democrazia in Serbia e il percorso europeo del paese.

Secondo Marko Kmezić, professore presso il Centro per gli studi di Scienze del Sud-Est dell’Università di Graz e membro del gruppo di esperti politici per i Balcani in Europa (BiEPAG), “Vučić continuerà con la pratica precedente di forti Presidenti (cioè Milošević e Tadić) basata non sul suo mandato presidenziale, ma piuttosto sul suo dominio sulla più forte fazione politica in Serbia”.

Kmezić non prevede grandi cambiamenti nelle politiche serbe nei confronti dell’UE e nessun miglioramento significativo per il ritorno della democrazia. Secondo la sua visione, “la prassi corrente continuerà, così la Serbia, sotto la nuova presidenza, sarà ulteriormente consolidata come democrazia illiberale che incorpora le procedure formali e la retorica della democrazia, preservando un nucleo antidemocratico”.

Per quanto riguarda il processo di adesione all’UE, Kmezić ritiene che “i colloqui di adesione con l’UE proseguiranno formalmente, ma, a questo punto, nessuno crede veramente che il processo di integrazione dell’UE possa migliorare lo stato della democrazia e rendere i paesi candidati stabili membri futuri”. Il professore prevede quindi che, in futuro, “l’UE e i suoi Stati membri saranno più espliciti nell’affrontare le pratiche antidemocratiche in Serbia”.

(European Western Balkans, 01.06.2017)

https://europeanwesternbalkans.com/2017/06/01/kmezic-under-vucic-presidency-serbia-will-consolidate-as-an-illiberal-democracy/

 

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top